Bruno Vespa: “Greta Thunberg mi sta antipatica”/ “Troppo saccente, anche se è brava”

- Alessandro Nidi

Bruno Vespa ha parlato a “Storie Italiane” del nuovo libro “Donne al potere”, commentando alcune figure femminili note a livello internazionale

bruno vespa 640x300
Bruno Vespa (Storie Italiane, 2022)

Bruno Vespa è intervenuto in qualità di ospite ai microfoni della trasmissione di Rai Uno “Storie Italiane” nella mattinata di oggi, mercoledì 1 giugno 2022. Parlando del suo nuovo libro “Donne al potere”, il giornalista e conduttore televisivo ha detto di avere una sorta di venerazione per Oprah Winfrey: “Ho una profondissima ammirazione per lei, in quanto sono molto affascinato dalle persone che si fanno da sole. Lei ha lottato sin dall’infanzia in maniera incredibile ed è riuscita a intervistare Harry e Meghan in esclusiva”. Per la Regina Elisabetta II “è stato un colpo basso: non si dicono a nessuno le cose a mezzo stampa o a mezzo televisione, figuriamoci a una Regina”.

BRUNO VESPA PARLA DI LADY GAGA E MARIA DE FILIPPI

Nel prosieguo della sua intervista a “Storie Italiane”, Bruno Vespa ha commentato la figura di Lady Gaga, definita “donna camaleonte” e “il contrario di Maria De Filippi. In tutti questi anni ha mantenuto coerente il suo abito, il suo modo di fare, la sua capacità di non giudicare, restando sempre un passo indietro e influenzando generazioni di adolescenti”. Una donna che sta antipatica è Greta Thunberg: “Ha azzeccato tutto, ha svegliato il mondo. È brava e coraggiosa, porta avanti tesi assolutamente legittime, però è saccente, mi sta antipatica”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA