BTP Italia 2030/ Il tesoro emette cedola minima reale garantita al 1,6%

- Maria Melania Barone

BTP Italia 2030, la cedola minima reale garantita offrirà 1, 60% al tasso lordo per il BTP Italia, relativamente al 28 giugno 2030. Il bond a 8 anni sarà del 3,4%.

Mutuo con cap
Mutuo con cap ( Pixabay)

Il Tesoro ha appena comunicato l’emissione della cedola minima reale garantita che offrirà 1, 60% al tasso lordo per il BTP Italia, relativamente al 28 giugno 2030. La cedola minima reale garantita offerta dal tesoro al BTP Italia avrà il codice Isin It 0005496994. Si tratta di un’obbligazione indicizzata sulla base del tasso di inflazione FOI dell’Istat, cioè l’indicatore per le famiglie e operai.

BTP Italia 2030: il primo premio fedeltà sarà dello 0,40%

Questo indice si riferisce alla data di godimento regolamento che partirà da 109,72. Questo significa che ogni aumento dei prezzi al consumo Sara commisurato sulla base di questo parametro di riferimento. Al 28 giugno 2026 inoltre sarà corrisposto il primo premio fedeltà che è pari allo 0,40% dell’investimento iniziale. Inoltre al 28 giugno 2030 è previsto il secondo premio fedeltà commisurato allo 0,60%.

Dunque l’erogazione del 1,60% avverrà al termine della scadenza indicata. L’investitore si attendevano un tasso del 1,10%, invece il tesoro hai messo un tasso di mezzo punto percentuale superiore.

BTP Italia 2030: il bond italianoa 8 anni al 3,40%

Il Bond italiano a 8 anni riesce ad offrire addirittura un lordo del 3,40%. In buona sostanza si è da qui ad otto anni fosse registrato un inflazione media annua superiore al 1,8%, l’obbligazionista medio guadagnerebbe di più.

Poiché il target di inflazione della BCE è del 2%, l’istituto di credito si aspetta una crescita media dei prezzi del 2% l’anno. Dunque non tutto il male viene per nuocere perché con l’arrivo dell’inflazione sempre crescente, anche il mercato obbligazionario potrebbe offrire dei vantaggi, tuttavia è probabile che il Tesoro abbia puntato sulla strategia dei tassi in rialzo, in modo da attirare investitori data la crisi finanziaria conseguente all’incremento dello spread.







© RIPRODUZIONE RISERVATA