Burioni: “Mascherine sono efficaci e utili”/ “Diminuiscono gravità della malattia”

- Davide Giancristofaro Alberti

Roberto Burioni invita ad indossare ancora le mascherine al chiuso, sottolineandone l’importanza: ecco cosa ha scritto stamane su Repubblica

Roberto Burioni
Il virologo Roberto Burioni (Foto LaPresse)

Il noto virologo dell’università San Raffaele di Milano, Roberto Burioni, ha scritto stamane un articolo sul quotidiano Repubblica per fare chiarezza in merito all’utilità delle mascherine. Molti virologi nelle ultime settimane si sono appellate affinchè le stesse venissero eliminate al chiuso, a cominciare dalle scuole, mettendo in dubbio l’efficacia degli stessi dispositivi, ma Burioni la pensa diversamente. “Il primo elemento da chiarire – scrive oggi su Repubblica – è l’utilità oggettiva delle mascherine nel prevenire il contagio. Questo dato non può essere dedotto da grossolani paragoni con l’estero, perché la diffusione di una malattia infettiva è un fenomeno molto complesso che non può essere banalizzato con ragionamenti da bar”.

E ancora: “L’efficacia delle mascherine deve essere valutata con studi scientifici condotti in maniera rigorosa. Questi studi rigorosi non lasciano adito a dubbi. Le mascherine, specie se bene indossate, sono molto utili a prevenire il contagio, soprattutto nei contesti più a rischio, proteggendo sia chi le porta, sia gli altri”. A riguardo Burioni ha ricordato uno studio molto interessante sulle Ffp2: “Indossando una mascherina Ffp2 le probabilità di contagio diminuiscono dell’83%”.

BURIONI SULLE MASCHERINE: “FUNZIONANO BENE”

Mascherine molto utili anche per quanto riguarda la protezione degli altri, ed in particolare dal famoso aerosol, goccioline microscopiche che vengono emesse dalle persone e che rimangono sospese nell’aria e nel tempo: “Per contrastarlo – scrive Burioni – è importantissimo il ricambio d’aria, ma anche le mascherine possono fare la loro parte: se vengono usate l’esposizione all’aerosol (e quindi al virus) diminuisce del 72%”. Il virologo non ha dubbi: “Le mascherine diminuiscono la quantità di virus infettante e questo può ridurre la gravità della malattia. Insomma – prosegue – le mascherine funzionano, e funzionano bene. Questo è un dato oggettivo e non c’è spazio per una discussione così come non c’è da discutere sul numero di caratteri contenuti in questo articolo: si contano e basta”.

Burioni ha ricordato come il virus sia ancora “contagiosissimo e pericolosissimo”, ma “Grazie alla formidabile impresa compiuta dalla scienza in questi due anni possiamo fortunatamente avvicinarci alla normalità”. Ed è proprio è quella stessa scienza, che ha portato a vaccini e farmaci formidabili, che ci dice che “le mascherine funzionano e che – conclude Burioni – soprattutto in ambienti chiusi e affollati, dove il rischio del contagio è maggiore, è consigliabile continuare a usarle accettando il piccolo disagio che comportano”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA