CALCIOMERCATO/ Napoli, Quagliarella resta, retroscena Marchetti, Mazzarri rassicura

- La Redazione

Il portiere del Cagliari proposto al club partenopeo

marchetti_R375x255_18mar09
Federico Marchetti estremo difensore del Cagliari (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO NAPOLI – Una certezza c’è in questo calciomercato del Napoli: Fabio Qaugliarella non si muove. L’attaccante ha respinto le voci che arrivavano dalla Russia sponda Rubin Kazan e resterà a Napoli ancora per un po’ di tempo. Spunta poi un retroscena di mercato curioso, legato a Marchetti, in quel di Napoli. L’ex amato estremo difensore, Pino Taglialatela, intervistato da Radio Kiss Kiss, ha infatti svelato: «Marchetti? Lo avevo proposto al Napoli un po’ di tempo fa, mai direttamente perchè mai ho avuto rapporti diretti con la dirigenza del Napoli, l’ho fatto tramite i media e le radio; alla fine fu preso Navarro. L’unica cosa che non mi è piaciuta del nuovo Napoli è la poca umiltà dell’ex direttore; è giusto elogiare Marino per intuizioni di mercato come quelle di Lavezzi ed Hamsik, ma deve anche prendersi le sue responsabilità per gli errori commessi».

Taglialateva è convinto del fatto che a Napoli serva un bomber di razza: «Da anni manca un vero bomber a Napoli – ha proseguito – forse l’ultimo grande attaccante che abbiamo avuto è stato Daniel Fonseca. Bisogna prendere un centravanti che possa risolvere il problema relativo alla finalizzazione della mole di gioco».

Intanto, sul mercato, è intervenuto anche il tecnico Walter Mazzarri che ha rassicurato i tifosi partenopei: «I tifosi napoletani devono restare tranquilli – dice il tecnico toscano – la società sa quali giocatori prendere, il presidente De Laurentiis è una garanzia per il club, e verranno fatte le operazioni di mercato necessarie, nei reparti giusti, senza spendere troppi soldi». C’è tempo anche per parlare di Josè Mourinho: «Lui ha vinto molto all’Inter – dice Mazzarri – ma ha avuto sempre e solo grandi squadre. Se mi mancherà? A me non dispiace, va ad allenare un club importante: alcuni suoi atteggiamenti non li riuscivo proprio a capire».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori