FOOTBALL MANAGER 2015/ Novità e semplificazioni: Sports Interactive fa ancora centro!

- La Redazione

Football Manager 2015 novità: eccovi la review della storica saga manageriale calcistica che da oltre 20 anni popola i cuori dei videogiocatori più accaniti e amanti delle simulazioni

pallone_calcio
Foto Infophoto

Uscirà venerdì 7 novembre Football Manager 2015, nota saga videoludica con protagonista il calcio nel suo aspetto più manageriale. Una serie storica quella di Football Manager, iniziata praticamente 20 anni fa e che negli anni ha saputo mantenersi sulla cresta dellonda, con piccole ma significative modifiche che sono state apprezzate dai neofiti così come dai fan della saga. Anche questanno la Sports Interactive, la casa produttrice di Football Manager, ha saputo portare a termine un lavoro egregio, confezionando lennesimo capolavoro e indubbiamente il simulatore di calcio per eccellenza. La prima cosa che balzerà agli occhi ai videogiocatori quando inseriranno il gioco nel proprio pc, sarà la rinnovata interfaccia grafica. Gli sviluppatori hanno puntato sulla qualità estetica ma anche e soprattutto sulla funzionalità, inserendo una barra verticale sinistra attraverso la quale sarà possibile accedere, tramite un semplice click, alle principali sezioni del gioco. Sempre allinsegna della semplificazione e delluser friendly, è la barra orizzontale in stile Google, un vero e proprio cerca che aiuterà moltissimo il gamer nelle varie partite di gioco. Altra interessante new entry riguarda anche in questo caso le prime fasi di gioco, quando andremo a comporre il profilo del nostro allenatore, lalterego videoludico personale. Sports Interactive ha deciso di fare le cose in grande, inserendo fra i parametri opzionabili anche lo stile manageriale, ovvero, scegliere se puntare su un allenatore più vicino al campo di gioco e ai giocatori, o magari su un manager più mediatico, che cura alla perfezione i rapporti con la stampa. Inutile sottolineare che dalle scelte effettuate dipenderà anche il rendimento della squadra in campo. Passiamo quindi al campo, e alla simulazione del match vera e propria. Ormai da anni la software house di Miles Jacobson ha introdotto il 3D ma questanno i movimenti dei vari giocatori in campo sono stati riprodotti in maniera ancora più fedele, grazie allinserimento del motion capture. Nonostante siamo ancora ben lontani dalleccellenza, le migliorie si notano subito, soprattutto per quanto riguarda i portieri. Sempre rimanendo dellambito della simulazione del match, decisamente lodevole la novità della comunicazione immediata con il giocatore: con la versione 2015 sarà infatti possibile dare direttive al calciatore in questione senza dover aspettare la fine della prima frazione di gioco. Per quanto riguarda gli aspetti negativi, questi non mancano, come ad esempio le richieste eccessive di cessione da parte di un giocatore (come sottolinea Multiplayer.it, Callejon ha chiesto di essere ceduto al Chelsea dopo solo tre giornate). Anche lintelligenza artificiale va rivista mentre per quanto riguarda le conferenze stampa dellallenatore, ancora non ci siamo. Naturalmente si tratta di aspetti marginali e che con i vari upgrade verranno a poco a poco migliorati da Sports Interactive. Nel complesso, al di là di queste bazzecole, siamo di fronte allennesimo capitolo riuscito di Football Manager. Il gioco non sarà sicuramente perfetto, ma resta un must per tutti gli amanti delle simulazioni, delle statistiche e soprattutto del calcio manageriale: assolutamente da comprare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori