Roland Garros 2014/ Tennis news, il pronostico di Nicola Pietrangeli (esclusiva)

- int. Nicola Pietrangeli

Roland Garros 2014 tennis news: intervista esclusiva con NICOLA PIETRANGELI. Il due volte campione a Parigi commenta le prestazioni degli italiani e dà il pronostico sulle semifinali

Roland_sfocato
Al Roland Garros è tutto pronto per le semifinali

Possiamo dirlo tranquillamente: ci aspettavamo di più da Sara Errani. Il tabellone del Roland Garros 2014 era aperto: aperto dall’eliminazione di Na Li, aperto dalle tante eliminazioni illustri. Compresa quella di Serena Williams. Insomma: si poteva sperare anche nel titolo, quantomeno in una finale da giocarsi ad armi pari. E’ andata invece che la bolognese è crollata davanti ad Andrea Petkovic, e così le due semifinali del torneo femminile degli Open di Francia saranno Sharapova-Bouchard e Halep-Petkovic, con la russa favorita per il successo finale ma tre giocatrici nuove a queste atmosfere (Genie una semifinale Slam l’ha giocata a gennaio, ma era la prima) che provano a sovvertire le gerarchie. Le semifinali maschili invece saranno Djokovic-Gulbis e Nadal-Murray; dagli Australian Open 2013 tre dei quattro Big 4 originali non arrivavano insieme in una semifinale Slam. Si va verso la quarantaduesima edizione della rivalità tra Rafa e Nole… a meno che Gulbis e Murray non decidano di fare uno scherzetto ai primi due giocatori al mondo. Per fare il punto sul Roland Garros 2014 IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Nicola Pietrangeli, vincitore di questo torneo nel 1959 e nel 1960.
Sorpreso dell’eliminazione di Sara Errani? Direi di sì: mi aspettavo molto di più da Sara contro la Petkovic. Invece ha perso proprio proprio male, addirittura 6-2, 6-2!
Cosa è mancato a Sara nell’incontro dei quarti di finale? Il servizio di Sara non è girato per niente, poi non so quanto possano avere inciso la testa e la concentrazione; dico solo che a questi livelli devi essere abituato a giocare bene.
Come giudica invece Camila Giorgi? Potrebbe entrare tra le prime giocatrici del mondo? Diciamo che bisognerà aspettare, e comunque Camila non può continuare sempre a giocare in questo modo, tirando bombe e vincenti a ogni punto, cosa che non fa nemmeno Serena Williams. Dovrà quindi variare anche il suo modo di fare tennis.
A Fognini cosa manca per fare il salto di qualità? Lui ha veramente ottime qualità, ma sia qui che a Montecarlo ha fatto male; e poi a Parigi aveva un sorteggio molto facile, poteva arrivare almeno fino ai quarti. Ha perso contro Monfils al quinto set, aveva una grande occasione…
Se la sarebbe giocata contro Murray? 

In fondo l’aveva battuto in Coppa Davis, sempre sulla terra… se la sarebbe giocata. Ecco, non capisco queste sue prestazioni, per Fognini è un problema di testa. Potrebbe essere tra i primi dieci giocatori al mondo, e invece…
In generale il bilancio del tennis italiano al Roland Garros è stato negativo? Dico questo: conta molto il sorteggio. Fognini come ho detto prima ce l’aveva buono, mentre Seppi non poteva fare molto, ha perso contro Ferrer. La Schiavone ormai è alla fine della carriera; bisogna anche rendersi conto che nel tennis moderno c’è veramente tanta concorrenza e non è sempre facile emergere.
Cosa pensa che succederà nelle semifinali femminili? Non seguo molto il tennis femminile, ma la Sharapova mi sembra decisamente superiore alla Bouchard e la Halep gioca veramente bene. Sarà lei la favorita.
Sharapova favorita per il successo finale? Penso che sia la tennista che abbia maggiori chances di vincere il Roland Garros.
Djokovic favorito contro Gulbis… ma sarà un incontro così facile? Penso di sì: Gulbis è un buon giocatore, ma Djokovic dovrebbe farcela.
Mentre Murray-Nadal potrebbe essere un incontro veramente incerto? Vedo ancora Nadal vincente, mi sembra lui il favorito. La finale dovrebbe essere Nadal-Djokovic.
Sorprese, conferme: cosa hanno detto finora gli Open di Francia? Gli uomini che dominano sono sempre quelli, mi dispiace solo per l’eliminazione di Federer agli ottavi di finale; per il resto la Williams mi ha un po’ stupito, ma quando gioca senza grinta e ritmo perde. In ogni caso il Roland Garros ha detto che ci possono essere sempre giocatori e giocatrici che emergono all’improvviso e che il tennis evolve ogni giorno.
(Franco Vittadini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori