PROBABILI FORMAZIONI/ Italia-Spagna: diretta tv, orario, le ultime notizie live (amichevole internazionale)

- La Redazione

Probabili formazioni Italia-Spagna: diretta tv, orario, le ultime notizie live sull’amichevole internazionale che si gioca giovedì 24 marzo alla Dacia Arena, calcio d’inizio alle ore 20:45

ItaliaSpagna_amichevole2015
Foto Infophoto

Nelle probabili formazioni di Italia-Spagna, la nazionale iberica presenta diversi volti nuovi che con tutta probabilità rivedremo anche nella fase finale degli Europei 2016; dopo il flop del Mondiale brasiliano la Spagna ha iniziato una rivoluzione generazionale, della quale fanno ora parte giocatori come Paco Alcacer, Koke e Thiago Alcantara. Le novità per queste amichevoli sono in particolare Marc Bartra e Nacho Fernandez; a chi gli chiedesse il perchè di queste convocazioni, visto lo scarso utilizzo nelle squadre di club, Del Bosque ha risposto affermando che “sono del Barcellona e del Real Madrid, in qualunque altra squadra sarebbero titolari e in questo modo arriveranno freschi agli Europei”. Ci sta invece la chiamata per Sergi Roberto, che nel Barcellona sta diventando sempre più importante ed è molto versatile, potendo ricoprire tanti ruoli in campo (“io però lo vedo come centrocampista”, ha detto Del Bosque).

C’è poi Aritz Aduriz, che per la prima volta arriva in nazionale all’alba dei 35 anni: “E’ una convocazione per acclamazione popolare e per merito proprio” dice il CT: in questa stagione sono già 31 i gol messi a segno dall’attaccante dell’Athletic Bilbao, già più di quanto abbia fatto in tutti gli anni precedenti (si era fermato a 26, con lo stesso numero di partite – 48 – nel 2014-2015). 

Antonio Conte dovrà assolutamente fare a meno di molti assenti che non potranno far parte della spedizione azzurra in queste due amichevoli internazionali. La prima si giocherà contro la Spagna alla Dacia Arena di Udine e Conte potrebbe puntare sul 4-4-2 anche perché mancheranno i due centrali della Juventus Barzagli e Chiellini e il c.t. non potrà puntare sulla difesa a tre che tanto ha dato alla formazione bianconera prima e all’Italia poi. Il modulo con due esterni larghi a centrocampo potrebbe essere quello ideale per l’Italia per affrontare la Spagna di Del Bosque.

È la prima delle amichevoli internazionali che la nostra Nazionale gioca in questi giorni a cavallo della Pasqua; appuntamento giovedì 24 marzo alle 20:45 presso la Dacia Arena, che per la prima volta da quando è stata completata ospita una partita dell’Italia. Di fronte abbiamo i campioni d’Europa in carica, contro cui abbiamo giocato la finale di quattro anni fa (persa per 4-0); diamo quindi uno sguardo più approfondito a quelle che sono le probabili formazioni di Italia-Spagna.

Difficile prevedere quale sia il piano di Antonio Conte per questa partita; di sicuro il CT manderà in campo due formazioni diverse tra qui e martedì, perchè l’obiettivo è quello di prepararsi al meglio per gli Europei. L’ultima volta in campo, la Nazionale si era schierata con un 4-4-2; possibile conferma per questo modulo, con la difesa che però ha perso Barzagli per infortunio e non potrà contare nemmeno su Chiellini. Dunque ballottaggio aperto tra Ranocchia e Astori per affiancare Bonucci; difficile che Rugani possa essere mandato in campo nell’immediato. Sugli esterni invece si va verso la proposizione della coppia Darmian-De Silvestri, con il primo che agirebbe a sinistra permettendo al laterale della Sampdoria di giocare sulla sua corsia di competenza; sono pochi gli esterni che possono giocare bassi, un’altra soluzione è Florenzi che però con l’Italia ha sempre giocato più avanti. Tanto che Conte pensa a lui come esterno a destra in mediana (ma anche Candreva è chiaramente in ballo, anche perchè quando è stato a disposizione ha quasi sempre giocato); dall’altra parte tre possibili soluzioni e cioè El Shaarawy (era titolare nell’amichevole contro la Romania), Bonaventura che sta brillando nello stesso ruolo con la maglia del Milan, oppure quel Giaccherini che è un po’ l’amuleto di Conte fin dai tempi della Juventus. In mezzo al campo potrebbe esserci Jorginho, anche perchè Verratti ha lasciato il ritiro; sarebbe il reale sostituto del regista del PSG, a meno che Conte non voglia affidarsi a Soriano. Come secondo mediano sono tutti in ballottaggio, da Parolo a Thiago Motta passando per Soriano e il recuperato Montolivo. La coppia offensiva, perso Immobile (al suo posto è stato chiamato Okaka), vedrà Pellè come principale terminale offensivo, con Eder possibilmente al suo fianco e tutti gli altri chiamati a dare il loro contributo a partita in corso.

La Spagna si presenta agli appuntamenti internazionali priva di Iniesta e Diego Costa; assenze pesanti ma, come per tutte le grandi nazionali, chi è stato convocato può sopperire benissimo. Anche la formazione che Vicente Del Bosque manderà in campo giovedì sera è al momento un bel rebus: a partire dalla porta, dove Casillas rimane il titolare ma viene insidiato da De Gea che sta facendo bene nel Manchester United. Bisogna valutare se il CT della Spagna voglia affidarsi ai suoi veterani o se preferisca lanciare le seconde linee: nel primo caso Piqué e Sergio Ramos saranno in mezzo nel reparto arretrato, con Jordi Alba a sinistra e Juanfran o Azpilicueta, che sarebbe riportato a destra. Le alternative sono poche, o riguardano comunque giocatori alla prima convocazione (Bartra e Nacho Fernandez). A centrocampo c’è solo l’imbarazzo della scelta: Sergi Roberto, anche lui alla prima in nazionale, potrebbe essere in campo per l’ottimo rendimento che sta garantendo nel Barcellona (spesso da terzino destro, ma Del Bosque lo vede come un centrocampista), difficile prescindere da Sergio Busquets come perno davanti alla difesa mentre sul centrosinistra il giovane Koke insidia un posto che sarà di Iniesta ma che al momento potrebbe essere ricoperto da Fabregas, senza dimenticarsi di un certo Thiago Alcantara. Fabregas può giocare anche alle spalle delle due punte; senza Diego Costa, un posto sarà quasi sicuramente di Paco Alcacer mentre Morata è il favorito per completare lo schieramento, pur se il trentacinquenne Aduriz, che per la prima volta raggiunge la maglia della Spagna, ha più di un argomento per mettere in discussione le scelte del suo allenatore.

La diretta tv di Italia-Spagna, come tutte le partite della nostra Nazionale, sarà trasmessa dalle reti della televisione di stato; in particolare, dovete andare su Rai Uno.

 

 Buffon; Darmian, Bonucci, Astori; Florenzi, Candreva, Thiago Motta, Parolo, Giaccherini; Eder, Pellé

A disposizione: Perin, Sirigu, De Silvestri, Acerbi, Ranocchia, Rugani, Montolivo, Jorginho, Soriano, Bonaventura, Bernardeschi, Okaka, Zaza, L. Insigne, El Shaarawy

Allenatore: Antonio Conte

Squalificati:

Indisponibili: Barzagli, Chiellini, Marchisio, Verratti, Immobile

 Casillas; Juanfran, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Thiago Alcantara, Sergio Busquets, Koke; Fabregas; Paco Alcacer, Morata

A disposizione: De Gea, Sergio Rico, Azpilicueta, Mario Gaspar, Bartra, Nacho Fernandez, San José, Sergi Roberto, Isco, David Silva, Mata, Aduriz, Nolito, Pedro

Allenatore: Vicente Del Bosque

Squalificati: –

Indisponibili: Iniesta, Diego Costa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori