Video / Real Madrid-Wolfsburg (3-0): highlights e gol della partita. Zidane: la mia notte più bella (Champions League 2015-2016, ritorno quarti)

- La Redazione

Video Real Madrid-Wolfsburg (3-0): highlights e gol della partita di Champions League disputata martedì 12 aprile 2016 allo stadio Santiago Bernabeu, valida per il ritorno dei quarti

marcelo_scatto
Il brasiliano Marcelo, 27 anni, terzino del Real Madrid (INFOPHOTO)

Il Real Madrid ha battuto il Wolfsburg 3-0: risultato dell’andata ribaltato e sesta semifinale consecutiva in Champions League. La prima per Zinedine Zidane, almeno da allenatore: arrivato a metà stagione per sostituire l’esonerato Rafa Benitez, l’uomo che è legato al Real Madrid dal 2001 (quando la Juventus lo vendette ai blancos) è riuscito non solo a riaprire la Liga vincendo il Clasico al Camp Nou ma anche e soprattutto a superare Roma e Wolfsburg in Europa, arrivando così a un grande doppio appuntamento alle prime armi della sua carriera di allenatore. Nelle interviste post partita, Zidane ha definito questo 3-0 al Wolfsburg, nella conferenza stampa post partita, come “la mia notte più bella”; ora aspetta l’avversario della semifinale.

Real Madrid-Wolfsburg 3-0 ci ha regalato una delle migliori serate della carriera di Cristiano Ronaldo. Il portoghese infatti ha realizzato tutte le reti grazie alle quali la squadra di Zinedine Zidane ha ribaltato il 2-0 con il quale i tedeschi avevano vinto all’andata. In particolare il momento decisivo è stato il gol del 3-0 che ha appunto sancito il sorpasso del Real in ottica qualificazione alla semifinale: una asplendida punizione che non ha lasciato scampo al portiere avversario, grande festa per CR7 e per tutto il Bernabeu.

Il Real Madrid compie la remuntada, ribaltando lo 0-2 dell’andata in Germania con il 3 a 0 al Santiago Bernabeu, sono i Blancos ad accedere in semifinale di Champions League 2015-2016, eliminato il Wolfsburg che rimarrà comunque una delle note più liete di questa edizione della coppa dalle grandi orecchie. Sin dall’inizio della prima frazione di gioco, i giocatori di Zidane premono forte sull’acceleratore, con Sergio Ramos che sugli sviluppi di un corner colpisce la parte alta della traversa. Un primo campanello d’allarme che viene però sottovalutato dalla formazione di Hecking, che nel giro di 60 secondi subisce il micidiale uno-due di Cristiano Ronaldo che da solo rimette in discussione la qualificazione. Come se non bastasse, il Wolfsburg perde anche Draxler per un problema muscolare, al suo posto entra Kruse. I tedeschi trovano comunque il modo di reagire e sfiorano l’1-2 prima con Luiz Gustavo che dalla distanza fa partire un siluro intercettato da Navas e poi con Henrique che da posizione ideale perde l’attimo e si fa chiudere in corner da Sergio Ramos. Nella ripresa prosegue l’assedio dei blancos nell’area di rigore avversaria, Cristiano Ronaldo cerca la tripletta su calcio di punizione, la barriera del Wolfsburg gli impedisce di realizzare il tris. Il Real Madrid colpisce anche il palo con Sergio Ramos, Benaglio blocca il pallone proprio sulla linea di porta. I padroni di casa continuano ad attaccare e, a un quarto d’ora dalla fine, trovano finalmente il terzo gol proprio con Cristiano Ronaldo che stavolta su calcio di punizione non sbaglia, con la palla che passa in mezzo alla barriera del Wolfsburg. Nel finale due miracoli di Benaglio su Benzema e Jesé che tengono ancora in gioco i tedeschi, ai quali basta comunque un solo gol per strappare il pass alle semifinali, ma gli ospiti non riescono a creare palle gol e al termine dei quattro minuti di extra-time può cominciare la festa del Real Madrid. (Stefano Belli)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori