INFORTUNIO ELENA CURTONI/ Sci news, frattura del malleolo per l’atleta che cade nelle prove a Bardonecchia

Infortunio Elena Curtoni, Sci: la ventiseienne si frattura il malleolo nelle prove in discesa a Bardonecchia. Un problema fisico che chiude purtroppo qui la sua stagione agonistica.

30.03.2017 - Matteo Fantozzi
curtoni
Elena Curtoni

E’ un peccato per lo sci italiano l’infortunio di Elena Curtoni. L’atleta dell’Esercito ha riportato una frattura del malleolo e una ferita lacero contusa al polso, cadendo nelle prove di discesa a Bardonecchia. Un ko che arriva per la ventiseienne di Morbegno nel miglior momento della sua carriera. Elena Curtoni aveva raccolto due podi già quest’anno partendo dalla Coppa del Mondo nei superG di Val d’Isere e anche a Crans Montana. Nata il 3 febbraio del 1991 è una sorella d’arte, infatti i suoi genitori hanno dato alla luce anche Irene Curtoni altra sciatrice della nazionale italiana. In carriera ha ottenuto una medaglia d’oro ai Mondiali Juniores a Crans Montana nel 2011 e una di bronzo precedentemente a Garmisch-Partenkirchen nel 2009. Staremo a vedere quali saranno i tempi di recupero e quando la rivedremo in pista.

Per Elena Cutroni è stata davvero una brutta caduta quella nelle prove della discesa a Bardonecchia. La sciatrice si è procurata la frattura del malleolo e la sua stagione si può dire conclusa qui. L’infortunio nello specifico è arrivato da un trauma distorsivo contusivo nella parte tibio-tarsica. Inoltre nella caduta Elena Cutroni ha riportato anche una ferita lacero contusa al polso che però non si è fratturato. Le prime valutazioni sono state fatte al pronto soccorso di Bardonecchia poi la ragazza, che fa parte della squadra dell’Esercito, è stata traspostata a Milano per effettuare gli accertamenti del caso sotto il controllo della Commissione Medica Fisi. Staremo a vedere se la sciatrice avrà bisogno di un intervento chirurgico e soprattutto quale sarà il suo percorso di recupero. La sensazione è che Elena Curtoni debba essere sottoposta a un lungo percorso riabilitativo. L’età però gioca dalla sua parte e ad appena ventisei anni ha la possibilità di tornare in breve tempo al cento per cento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori