CLASSIFICA MARCATORI SERIE A CAPOCANNONIERE: vince Dzeko, Higuain lontano dai numeri dello scorso anno ma…

- Matteo Fantozzi

Classifica marcatori Serie A: chi sarà il capocannoniere? Ieri si è giocata la 38^ ed ultima giornata: Dzeko e Mertens a segno, il bosniaco conferma il +1 sul belga e vince.

Dzeko_Benali_Pescara_Roma_lapresse_2017
Edin Dzeko - La Presse

Edin Dzeko è il capocannoniere della Serie A 2016/2017 grazie a ventinove reti. Gonzalo Higuain ha chiuso a ventiquattro, lontano di ben dodici marcature da quanto fatto l’anno scorso con la maglia del Napoli. Il Pipita però ha portato a casa il suo primo Scudetto da quando è arrivato in Italia e nonostante non abbia ripetuto i numeri della scorsa stagione ha vinto il titolo e sicuramente la soddisfazione per questo supera anche la possibilità di vincere la classifica dei marcatori della Serie A. Questo apre un vecchio discorso legato a se per i calciatori siano più importanti i successi personali o quelli raccolti con la squadra. Staremo a vedere quello che dirà Gonzalo Higuain stesso, ma la risposta in questo senso pare essere abbastanza scontata con la gioia di uno Scudetto difficile da paragonare alla vittoria di una seppur soddisfacente classifica dei marcatori. (agg. di Matteo Fantozzi) 

La classifica marcatori Serie A 2016-2017 è vinta da Edin Dzeko: è lui il capocannoniere del campionato, il bosniaco riscatta la scorsa stagione con un torneo da 29 gol. Impressionante il rendimento del numero 9 della Roma, che supera Dries Mertens e Andrea Belotti: il Gallo mette la firma anche questa sera e termina il suo campionato con 26 gol, dimostrandosi litaliano più prolifico. Appena dietro di lui, Ciro Immobile: può dormire sonni tranquilli Giampiero Ventura, i due titolari della Nazionale hanno giocato un campionato da 43 gol complessivi e rappresentano il futuro dellItalia. A 24 ci sono Gonzalo Higuain e Mauro Icardi, che guidano lampia legione degli argentini; Lorenzo Insigne pareggia il record che aveva ottenuto in Serie B con il Pescara (18 gol) ma nellultima giornata di campionato arrivano anche le reti di Iago Falque, che sale a 12, quello di Duvan Zapata che finalmente raggiunge la doppia cifra e la splendida tripletta di Grégoire Defrel, per lui 12 centri in questo campionato. Inoltre, son addirittura 33 i calciatori che hanno raggiunto i 10 gol: una cifra record per un campionato che ha fatto registrare tantissimi gol. (agg. di Claudio Franceschini) 

Edin Dzeko, salvo sorprese, è il capocannoniere della Serie A: il bosniaco vince la classifica marcatori con 29 gol, non riuscendo a toccare quota 30 ma mantenendo comunque la rete di distanza rispetto a Dries Mertens. Questa sera tra i due finisce 1-1, e sorride in ogni caso la Roma: i giallorossi vanno subito ai gironi di Champions League e Dzeko è ancora primo nella classifica dei bomber. Adesso tocca ad Andrea Belotti, ma con le reti del numero 9 della Roma e di Mertens il Gallo è scivolato, rispettivamente, a -4 e -3: daccordo che Torino-Sassuolo conta poco in termini di classifica e che le difese non saranno propriamente arcigne, ma è difficile pensare che il Gallo possa realizzare addirittura 5 gol togliendo lo scettro dei capocannonieri a Dzeko. Tuttavia cè un precedente che deve far paura al bosniaco; dunque aspettiamo e vediamo quello che succederà nellultima partita che potrebbe cambiare le sorti della classifica (davvero impossibile pensare che Ciro Immobile, attualmente a 22 gol, possa segnare 7 volte). (agg. di Claudio Franceschini)

Edin Dzeko bussa, Dries Mertens risponde: la classifica marcatori di Serie A diventa un affare complicatissimo, il belga del Napoli porta in vantaggio la sua squadra sul campo della Sampdoria e segna il ventottesimo gol del suo meraviglioso campionato. Un tempo più tardi dunque siamo ancora nella stessa situazione di prima: Dzeko a quota 29, Mertens a 28 e un solo gol da recuperare per il numero 14 del Napoli. Con una differenza: Dzeko deve anche badare a far vincere la sua squadra che, a sorpresa, è inchiodata sul pareggio contro il Genoa, mentre Mertens può permettersi di giocare il secondo tempo sul velluto visto che il Napoli ha già sbrigato la pratica Sampdoria. Il bosniaco deve anche convivere con lombra di Francesco Totti, che vive il giorno delladdio e dunque prima o poi entrerà in campo: se al posto del numero 9 della Roma vedremo, ma cè la possibilità che Dzeko non chiuda la partita e dunque Mertens ha una possibilità in più per vincere la classifica marcatori e laurearsi re dei bomber. Staremo a vedere (agg. di Claudio Franceschini)

Sono in corso i match tra Roma Genoa e Sampdoria-Napoli sfide decisive nella 38^ e ultima giornata non solo per la classifica del campionato ma anche per il titolo di capocannoniere di questa stagione di serie A. Al momento rimane in testa alla graduatoria del bomber il giallorosso Edin Dzeko che ha appena firmato l1-1 allOlimpico al 10 minuto della patita contro i grifoni. Il bosniaco è quindi ancora capocannoniere con 29 reti, e si porta quindi a +2 dal diretto rivale della Spali Dries Mertens, in campo contro la formazione blucerchiata  di Giampaolo. Al Marassi il risultato resiste sullo 0-0 e molti tifosi sono con il fiato sospeso in attesa che il bomber belga possa mettere la sua firma a qualche gol decisivo, specialmente ora in cui gli azzurri paiono in sofferenza. Il duello a distanza comune veder favorito proprio Dzeko che finora si è mostrato molto più decisivo e propositivo in area avversaria. (agg Michela colombo)

Sta per iniziare la grande corsa alla vittoria della classifica marcatori di Serie A: Edin Dzeko (28 gol) e Dries Mertens (27) se la giocano in contemporanea perchè le loro squadre, Roma e Napoli, sono impegnate nella lotta al secondo posto e dunque giocano alla stessa ora. Entrambi i giocatori sono impegnati contro le squadre genovesi: il Genoa per Edin Dzeko che può diventare il primo giocatore della Roma a fregiarsi del titolo di capocannoniere di Serie A dai tempi di Francesco Totti (2007) e sarebbe un risultato simbolico proprio nel giorno in cui il capitano dà laddio ai giallorossi. La Sampdoria per Mertens che, fresco di rinnovo, potrebbe bissare il successo di Gonzalo Higuain e dunque tenere il titolo di re dei bomber in casa del Napoli per il secondo anno consecutivo. A meno che Andrea Belotti non esploda con un poker nel match del suo Torino contro il Sassuolo, è sfida tra questi due giocatori: chi riuscirà ad aggiudicarsela? La parola ai campi per avere la risposta e sapere chi sarà il capocannoniere del campionato di Serie A per la stagione 2016-2017. (agg. di Claudio Franceschini)

Si gioca oggi l’ultima parte della trentottesima giornata di Serie A che chiude il campionato della massima categoria del nostro campionato. Tra i calciatori che si vogliono mettere in mostra c’è sicuramente Ciro Immobile che giocherà Crotone-Lazio dal primo minuto. L’attaccante campano è a ventidue reti e ben lontano da Edin Dzeko a ventotto. L’ex Torino non vincerà di sicuro la classifica dei marcatori anche se vuole migliorare la sua posizione, provando a dimostrare ancora di essere uno dei migliori di questa stagione e non solo. Attaccante rapido e di personalità ha tecnica e grandissima volontà di fare bene. Staremo a vedere se in Crotone-Lazio andrà a segno. Certo può provare con una doppietta ad agganciare in classifica Mauro Icardi dell’Inter e Gonzalo Higuain della Juventus con il primo fermo per infortunio e il secondo che non ha segnato ieri in Bologna-Juventus. (agg. di Matteo Fantozzi)

Parallela alla classifica dei marcatori della Serie A che deciderà il titolo di capocannoniere c’è anche quella degli assistman che sicuramente farà togliere una soddisfazione a qualcuno. Al momento in testa a questa speciale classifica ci sono Mohamed Salah della Roma e José Maria Callejon del Napoli. I due infatti hanno completato ben undici assist in stagione. Dietro di loro a dieci ci sono Alejandro ‘Papu’ Gomez che ha chiuso ieri in Atalanta-Chievo Verona il suo campionato e poi anche Antonio Candreva dell’Inter. Sono invece ben sette i calciatori che di assist ne hanno fatti nove, l’elenco è lungo e interessante: Dres Mertens, Marek Hamsik, Valter Birsa, Suso, Domenico Berardi, Miralem Pjanic, Senad Lulic e Borja Valero. Con Edin Dzeko pronto a diventare capocannoniere staremo a vedere chi invece si aggiudicherà il titolo di miglior assistman. (agg. di Matteo Fantozzi)

Chi vincerà la classifica dei marcatori della Serie A meritandosi il titolo di capocannoniere. Al momento in testa c’è Edin Deko che ha segnato 28 reti, dietro di lui troviamo poi Dres Mertens a 27. Al momento i quotisti vedono ovviamente favorito l’attaccante bosniaco della Roma che da Bet365.it viene quotato 1.12. Pensare che Andrea Belotti, attardato tre reti da Edin Dzeko, è addirittura a 41.00. Dres Mertens invece lo troviamo nella dicitura altro a 5.00. L’altro calciatore quotato è invece Mauro Icardi che è a 251 volte la posta, piccola parentesi però il calciatore è infortunato e di sicuro non potrà segnare. Saranno diverse le partite importanti che metteranno di fronti grandi campioni. Chi riuscirà a vincere lo scopriremo stasera dopo le gare dele 18.00 quando scenderanno in campo Dres Mertens in Sampdoria-Napoli ed Edin Dzeko in Roma-Genoa. In serata poi Andrea Belotti a mente fredda potrà fare le sue deduzioni prima di scendere in campo. (agg. di Matteo Fantozzi)

Si decide oggi chi sarà il capocannoniere della Serie A 2016/17. Per il momento in testa alla classifica dei marcatori troviamo il bosniaco della Roma Edin Dzeko che ha segnato ventotto reti. Sotto di lui c’è poi Dres Mertens che invece di gol ne ha fatti ventisette. Più attardato invece troviamo Andrea Belotti del Torino che di gol invece ne ha fatti venticinque. Scenderanno prima in campo il bosniaco e il belga. Alle ore 18.00 infatti si deciderà chi arriverà secondo in questa stagione calcistica visto che si giocano Roma-Genoa e Sampdoria-Napoli. Sia Edin Dzeko che Dres Mertens saranno titolari dal primo minuto. Staremo a vedere chi riuscirà a fare meglio tra di loro, provando a sfruttare anche le caratteristiche di due squadre che vorranno sì vincere ma anche aiutare i loro bomber a vincere questa classifica. Alle ore 20.45 invece Andrea Belotti sarà titolare in Torino-Sassuolo e saprà già cosa avranno fatto i suoi due colleghi.

Ieri Gonzalo Higuain è sceso in campo nell’anticipo di Serie A Bologna-Juventus, ma non è riuscito a segnare. Il Pipita dopo i trentasei gol della scorsa stagione chiude questo campionato con ventiquattro. Giocatore di grandissimo spessore tecnico ha lavorato molto per la squadra segnando dodici reti in meno della scorsa stagione quando al Napoli tutti giocavano per lui. E’ così che si ferma in quarta posizione alla stregua di Mauro Icardi. Il suo connazionale, che gioca nell’Inter, invece è stato fermato da un infortunio che gli ha impedito di segnare nelle ultime due giornate di campionato. Sicuramente però sia per Higuain che per Icardi non si può parlare di una stagione deludente, anzi hanno sicuramente dato una grande mano alle loro due squadre anche se c’è da dire che l’Inter non ha vissuto una grande stagione. Staremo a vedere se oggi Ciro Immobile riuscirà con un colpo di coda a superarli. L’attaccante napoletano della Lazio è sotto a meno due gol e sarà titolare nella sfida contro il Crotone.

Edin Dzeko (1 rigore, Roma)

: Dries Mertens (2, Napoli)

: Andrea Belotti (2, Torino)

: Mauro Icardi (3, Inter), Gonzalo Higuain (Juventus)

: Ciro Immobile (6, Lazio)

Lorenzo Insigne (2, Napoli)

: Alejandro Gomez (2, Atalanta), Marco Borriello (1, Cagliari), Keita Baldé Diao (2, Lazio)

Nikola Kalinic (1, Fiorentina), Mohamed Salah (Roma)

José Callejon (Napoli)

Carlos Bacca (4, Milan), Diego Falcinelli (2, Crotone)

Giovanni Simeone (1, Genoa), Cyril Thereau (1, Udinese), Grégoire Defrel (1, Sassuolo), Iago Falque (2, Torino), Marek Hamsik (Napoli), Fabio Quagliarella (3, Sampdoria)

Mattia Destro (Bologna), Federico Bernardeschi (3, Fiorentina), Paulo Dybala (3, Juventus), Luis Muriel (4, Sampdoria), Patrick Schick (Sampdoria), Ilija Nestorovski (1, Palermo), Radja Nainggolan (Roma), Ivan Perisic (Inter)

Khouma Babacar (1, Fiorentina), Roberto Inglese (Chievo), Adem Ljajic (1, Torino), Duvan Zapata (1, Udinese)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori