Leicester, schianto elicottero “colpa di una vite allentata”/ Video, “guasto meccanico”: indagini su incidente

- Emanuela Longo

Leicester, schianto elicottero sul quale viaggiava il presidente “colpa di una vite allentata”: proseguono le indagini sul drammatico incidente

Leicester, schianto elicottero
Leicester, schianto elicottero (Video Youtube)
Pubblicità

A distanza di oltre un mese giungono importanti aggiornamenti in merito alle indagini sullo schianto dell’elicottero che il 27 ottobre costò la vita al presidente del Leicester e ad altre quattro persone. Secondo quanto riferisce Gazzetta.it, l’Air Accidents Investigation Branch ha fatto sapere che l’elicottero a bordo del quale viaggiava anche Vichai Srivaddhanaprabha, proprietario del Leicester, avrebbe perso il controllo schiantandosi rovinosamente a causa di un guasto meccanico. A smettere di funzionare, nel dettaglio, sarebbe stato proprio il meccanismo che collega i pedali del pilota con le pale del rotore di coda. In merito, precisa Il Messaggero, la disattivazione del sistema sarebbe avvenuta per via di una vite allentata. L’incidente si consumò appena fuori il King Power Stadium e sconvolse letteralmente il mondo del calcio internazionale. Secondo quanto riferito dagli esperti, dunque, l’elicottero decollato dal campo del Leicester avrebbe perso di stabilità poichè il sistema di controllo del rotore di coda, ovvero lo strumento che spinge i velivoli nella direzione opposta a quella generata dal rotore principale, è finito fuori controllo.

Pubblicità

LEICESTER, SCHIANTO ELICOTTERO: MORIRONO PRESIDENTE E ALTRE 4 PERSONE

L’Air Accidents Investigation Branch ha fatto sapere che continueranno le indagini al fine di fare totale luce sullo schianto dell’elicottero sul quale il presidente del Leicester, Vichai Srivaddhanaprabha stava rientrando a Londra. Stando alla spiegazione fornita dagli esperti, andrebbe a spiegarsi come mai l’elicottero avrebbe subito una improvvisa oscillazione a destra, subito dopo il decollo, nella direzione del tutto opposta rispetto ai comandi del pilota. Particolare, questo, che era trapelato anche dall’analisi della scatola nera. Nell’incidente persero la vita ben cinque persone anche se a destare clamore fu la morte del presidente del Leicester Srivaddhanaprabha, nonché CEO di King Power, catena che gestisce vari negozi aeroportuali. Era uno degli uomini più ricchi della Thailandia e secondo Forbes aveva un patrimonio stimato in circa 5 miliardi di euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità