Motomondiale 2019, Sky VR46 punta su Bulega e Vietti / I due rookie pronti a conquistare la MotoGp

- Matteo Fantozzi

Sky VR46 ha deciso di puntare sui rookie Bulega e Vietti per il Motomondiale 2019. Il primo dal 2019 affiancherà Marini in Moto2, mentre il secondo sarà con Foggia in Moto3.

mugello MotoGp gruppo
Cancellato Gp d'Australia 2021 Formula 1 Motogp - LaPresse

La Sky VR46 punta al futuro e decide così di lanciare due rookie per il Motomondiale 2019. Nicolò Bulega sarà in Moto2 al fianco di Luca Marini mentre Celestino Vietti sarà il compagno di squadra di Dennis Foggia in Moto3. A spiegare la decisione è il Team Manager Pablo Nieto che specifica: “Grazie a Pecco siamo riusciti a centrare il nostro obiettivo e per la prima volta il prossimo anno un pilota cresciuto nello Sky Racing Team VR46 esordirà in MotoGp con una moto e un team competitivi”. Queste le sue parole riportate dal portale di Sky Sport dove ci tiene anche a sottolineare che questo è un risultato bellissimo per tutti i componenti del team che hanno celebrato e si sono goduti la grande soddisfazione di andare avanti nel sostenere giovani politi alla ricerca di risultati assolutamente importanti. L’obiettivo è quello sempre di andare ad appoggiare la crescita di giovani professionisti che si impegnano con costanza e passione.

CAMBIAMENTI IN CORSO

Se fosse un film l’avventura della SkyVR46 nel Motomondiale  2019 lo si potrebbe chiamare “Work in progress”. Sono infatti in corso dei lavori per cercare di aumentare la qualità di un gruppo che ha deciso di puntare sui giovani per arrivare ai risultati. È sicuramente motivo di vanto vedere piloti giovani come Celestino Vietti e Nicolò Bulega farsi strada in una squadra che spera di poterli vedere ancora crescere verso la MotoGp. Ancora troppo giovani per il triplo salto al momento si accontenteranno, si fa per dire, di Moto2 e Moto3 dove saranno pronti a sostenere una vera e propria palestra tecnica che ci permetterà di vederli crescere e di poter raggiungere dei risultati in precedenza davvero inaspettati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori