BONUCCI: “MI VOLEVA IL REAL MADRID”/ “Ho rifiutato: per il mio cuore la Juve è casa”

- Dario D'Angelo

Leonardo Bonucci parla prima della sfida di Champions tra Atletico Madrid e Juventus e svela un retroscena di mercato sul Real Madrid.

allegri bonucci 2018 lapresse
Massimiliano Allegri e Leonardo Bonucci (La Presse)

Alla vigilia della sfida al Wanda Metropolitano di Madrid per gli ottavi di finale di Champions League contro l’Atletico, Leonardo Bonucci, tornato pilastro della Juventus, svela un clamoroso retroscena di mercato che interessa l’altra squadra della capitale spagnola, la più blasonata, il Real. I blancos, in estate, si erano fatti avanti con il Milan per portare al Bernabeu proprio il numero 19 bianconero. Lo ha svelato lui stesso nel corso di un’intervista al quotidiano ‘As’:”In estate mi ha cercato il Real Madrid ma mi sta meglio il bianconero. È un orgoglio e un piacere essere stato cercato dai Blancos. Significa che ho lavorato bene, però alla fine la chiamata della Juventus e il desiderio di sentirmi nuovamente a casa hanno portato il mio cuore a ritenere che il bianconero mi doni di più”. Oltre alla voglia di tornare a vestire la maglia della Juve, sulla scelta di “Bonny” hanno inciso anche motivazioni di natura familiare:”L’anno scorso stavo quasi sempre a Milano e non vedevo mai i miei figli. Questo è stato uno dei motivi che mi ha spinto a tornare”.

BONUCCI, “CR7 MI HA IMPRESSIONATO”

Nel corso dell’intervista rilasciata ad As, Leonardo Bonucci ha toccato altri temi oltre a quello dell’offerta recapitatagli in estate dal Real Madrid. Inevitabile, trattandosi di un quotidiano della capitale spagnola, un commento sull’ex idolo dei galacticos, Cristiano Ronaldo:”Mi ha allucinato per il suo modo di allenarsi”. Adesso però è tempo di focalizzarsi sulla sfida di domani sera al Wanda Metropolitano: uno degli uomini di Diego Simeone da tenere maggiormente d’occhio sarà proprio un ex juventino, Alvaro Morata. Bonucci però non sembra spaventato dal confronto con il suo vecchio compagno di squadra, anzi, lo ha persino stuzzicato:”Dovremo combattere su ogni pallone, sarà una battaglia com’è sempre contro di loro. Morata è un amico, ma l’ho avvisato, domani ho intenzione di picchiarlo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA