Andrea Orlandi addio al calcio, patologia cardiaca/ L’annuncio ufficiale dell’Entella

- Matteo Fantozzi

Andrea Orlandi è costretto a dire addio al calcio per l’insorgere di una patologia cardiaca. L’Entella ha diramato un comunicato ufficiale

Entella Serie B
Pagelle Entella Livorno (Foto LaPresse)

Andrea Orlandi è costretto a dire addio al calcio per l’insorgere di una patologia cardiaca. L’Entella ha diramato un comunicato ufficiale nel quale ha spiegato che il tutto è dipeso dal fatto che è emersa una patologia che lo costringerà a concludere la sua carriera. Gli ultimi esami strumentali hanno consigliato l’interruzione dell’attività agonistica del centrocampista di 34 anni. Spiegano da Chiavari: “Andrea Orlandi deve interrompere la sua attività agonistica. A seguito degli accertamenti strumentali è emersa una patologia cardiaca che lo obbliga a chiudere la sua carriera improvvisamente. Si ringrazia per la preziosa collaborazione il dottor Corsiglia del Laboratorio Albaro di Genova, il professor Brignole, il dottor Maggi dell’Unità operativa di cardiologia dell’ospedale di Lavanga, il prof Zeppelli e l’equipe medica dell’U.O.C. di medicina dello sport del Policlinico Gemelli di Roma”.

Andrea Orlandi addio al calcio, patologia cardiaca: le parole del ragazzo

Sfortunato Andrea Orlandi che è costretto a dire addio al calcio per una patologia cardiaca dopo che era arrivato all‘Entella nel gennaio scorso. Sul sito della squadra ligure sono apparse le parole del calciatore: “Vorrei ringraziare la Virtus Entella e tutti quelli che fanno parte di questa splendida famiglia. In pochi giorni a Chiavari ho trovato gente davvero stupenda e con una sensibilità fuori dal comune. Dal Presidente Gozzi che ringrazio sinceramente a tutti i calciatori, il mister Boscaglia e gli altri membri del suo staff. Un pensiero speciale va allo staff medico però che mi è stato vicino in un momento complicato e probabilmente mi ha salvato la vita. Tifo per voi e sono sicuro che questa squadra ritroverà presto la Serie B. Questo è il minimo che merita il club. Grazie ancora di cuore davvero a tutti”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA