Infortunio Olsen/ Roma news, problema la polpaccio col Chievo gioca Mirante

L’infortunio di Olsen regala una grande occasione a Mirante che sarà titolare domani contro il Chievo Verona nell’anticipo di Serie A.

07.02.2019 - Matteo Fantozzi
Infortunio Olsen (LaPresse)

L’infortunio di Olsen regala una grande occasione a Mirante che sarà titolare domani contro il Chievo Verona nell’anticipo di Serie A. A rivelarlo è lo stesso Eusebio Di Francesco che in conferenza stampa specifica come il calciatore svedese non sarà convocato a causa di un problema al polpaccio. L’affaticamento muscolare mette in serio dubbio l’estremo per l’andata degli ottavi di finale di Champions League che la Roma giocherà martedì contro il Porto. Sicuramente è una grave perdita visto che il portierone aveva iniziato a regalare una certa sicurezza alla retroguardia, dopo un inizio complicato culminato nella papera contro il Genoa di metà dicembre. Olsen è il portiere della nazionale svedese che fece piangere i tifosi dell’Italia nel novembre del 2017, quando nello spareggio la squadra scandinava impedì agli azzurri di partecipare al Mondiale russo del 2018. Vedremo se ne risentirà la squadra giallorossa non proprio reduce da un momento brillantissimo.

Infortunio Olsen, Roma news: al suo posto col Chievo Antonio Mirante

Antonio Mirante sarà titolare in Chievo-Roma domani sera, a causa dell’infortunio di Olsen. Si tratta sicuramente di un sostituto all’altezza che ha una grande esperienza in Serie A. Mirante è nato a Castellammare di Stabia l’8 luglio del 1983. Quando ha ancora 17 lo nota la Juventus che lo acquista per la Primavera. Dopo due anni in prestito a Crotone e Siena veste la maglia della Juventus per sette volte nell’anno in Serie B post Calciopoli, facendo da vice a Gigi Buffon. Questo gli permette il salto di qualità perché viene acquistato dalla Sampdoria. Dopo due anni nei blucerchiati diventa titolare nel Parma dove difenderà i pali per 204 volte dal 2009 al 2015. Passa poi al Bologna dove ha collezionato 87 presenze e da dove è stato prelevato a parametro zero dalla Roma l’estate scorsa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA