CALCIOMERCATO/ Genoa, Gilardino si presenta: Felice di essere qui

- La Redazione

Gilardino al Grifone: manca solo l’ufficialità, che arriverà presto. Oggi, intanto, il bomber si è sottoposto alle visite di rito ed ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da rossoblù…

gilar400
Alberto Gilardino (Foto: Ansa)

Ormai ci siamo: Alberto Gilardino è un nuovo giocatore del Genoa. Per la definizione dell’affare manca solamente l’ufficialità, che arriverà di sicuro dopo Capodanno. Intanto stamane il bomber biellese si è sottoposto alle visite mediche di rito. Dopo circa un’ora, Gilardino si è presentato davanti ai cronisti per le sue prime, fugaci battute da genoano: “Parlerò la prossima settimana, per ora auguri a tutti di buon anno, sono felice di essere qui”. Le visite si sono svolte al Laboratorio Albaro di Genova, alla presenza di medico sociale e addetto stampa del club rossoblù. Al più presto l’attaccante firmerà un quinquennale (con opzione per il sesto anno); l’ingaggio dovrebbe ammontare intorno al milione e 600mila euro. Alla Fiorentina andranno 8 milioni di euro, senza alcuna contropartita tecnica. Adesso, naturalmente, il ds viola Pantaleo Corvino si tufferà sul mercato alla ricerca dell’erede del ‘Gila’. In lizza ci sono Maxi Lopez, Pinilla e, più staccato, Floccari, attualmente in prestito al Parma, ma il cui cartellino appartiene tuttora alla Lazio. La partenza del centravanti azzurro è stata accolta con malcelato disappunto dai suoi ex-compagni di squadra. In particolare Behrami e Cerci hanno commentato con amarezza la cessione, affidando le loro esternazioni al social network Twitter. “Mi hanno portato via il bomber, che tristezza”, ha scritto il centrocampista svizzero, mentre l’ala romana ha sottolineato che per lui è stato “un onore” giocare al suo fianco. Alla tristezza dello spogliatoio gigliato, fa da contraltare l’euforia di quello ligure, con Dainelli e Frey in prima fila, felicissimi di ritrovarsi in squadra quel Gilardino con cui a lungo hanno condiviso la militanza in maglia viola. Il francese aveva anche elencato i motivi per cui, a suo avviso, l’attaccante avrebbe dovuto accettare la destinazione genovese: pesce di qualità, tifo caloroso e motivazioni speciali. Pare proprio che il Gila abbia accolto il suo suggerimento. Adesso per lui scatterà la missione rivincita, dopo una prima parte di stagione piuttosto negativa, anche per via di un brutto infortunio. Il nuovo tecnico Pasquale Marino lo ha accolto a braccia aperte, sottolineando che non ci sarà alcun problema a farlo integrare al meglio nella formazione che ha in mente.

Al resto ci penserà il biellese. Parte una nuova sfida: l’adrenalina sale a mille.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori