CHAMPIONS LEAGUE/ Dinamo Zagabria-Real Madrid, probabili formazioni

Stasera il Real farà il suo esordio in Champions senza lo squalificato Mourinho, che salterà anche la prossima sfida con l’Ajax. Mancherà pure l’acciaccato Kakà, che ha preso una botta.

14.09.2011 - La Redazione
jose_mourinho_volto_r400
Josè Mourinho non sarà in panca stasera (foto ANSA)

Il Real Madrid inizierà stasera la sua marcia Champions in quel di Zagabria, contro la Dinamo. L’obiettivo dichiarato delle merengues è quello di portare a casa la cosiddetta Decima. Un’impresa che è diventata ormai un’ossessione a Madrid, quasi più del Barcellona. Il cammino europeo inizierà senza Josè Mourinho, che seguirà la gara addirittura in albergo, causa squalifica. Lo Special comunicherà via iPad o telefonino con il suo collaboratore Rui Faria, per comunicargli le dritte necessarie in corso d’opera. In panchina ci andrà il vice Aitor Karanka. Mourinho sarà costretto a saltare anche il prossimo impegno europeo del Real, al Bernabeu contro l’Ajax. In più, dovrà rigare dritto per i prossimi 3 anni, per evitare che scattino a suo carico altri due turni di sanzione. Capitolo disciplinare a parte, stasera il portoghese dovrebbe presentare una formazione con Benzema unica punta, supportato dal trio Ronaldo-Ozil-Di Maria. In mezzo al campo Xabi Alonso dovrebbe essere affiancato da Fabio Coentrao, che sembra in netto vantaggio su Khedira. Continua, quindi, l’esperimento tattico di provare l’ex-terzino del Benfica nel ruolo di mediano davanti alla difesa. Difesa che sarà, invece, quella tipo, con Ramos e Marcelo sugli esterni e Carvalho-Pepe tandem centrale davanti a Casillas. Non ci sarà, nemmeno in panchina, il brasiliano Kakà, che è rimasto a Madrid dopo aver rimediato un pestone in allenamento. In panca dovrebbe esserci l’argentino Higuaìn, che non sembra ancora al meglio della condizione. Sull’altro fronte il tecnico Krunoslav Jurcic si è detto soddisfatto per l’assenza di Mourinho. Il portoghese, ha spiegato Jurcic, è un mio idolo e la sua assenza, per come riesce a caricare le merengues dalla panchina, è solo un vantaggio per la formazione croata. Avanti, dunque, senza paura, che l’impresa, senza lo Special di torno, può essere fattibile. I croati dovrebbero scendere in campo con il modulo a rombo. Davanti al portiere Kelava, la linea difensiva sarà composta da Vida, Tonel, Cufrè ed Ibanez. Calello sarà il vertice basso, affiancato da Leko e Badelj in posizione di interni, e Sammir il trequartista. Rukavina e Beciraj avranno il compito di pungere la difesa avversaria. Occhio soprattutto a Milan Badelj, considerato un talento del calcio croato, accostato nel recente passato a diverse squadre italiane, tra cui le due formazioni capitoline. Si gioca al Maksimir, che si annuncia esaurito e l’arbitro sarà il norvegese Oddvar Moen.

Kelava; Vida, Tonel, Cufrè, Ibanez; Leko, Calello, Badelj; Sammir; Rukavina, Beciraj.

Loncaric, Pokrivac, Kovacic, Palic, Krstanovic, Situm, Sylvestr.

Krunoslav Jurcic

Casillas; Ramos, Carvalho, Pepe, Marcelo; Xabi Alonso, Coentrao; Di Maria, Ozil, C. Ronaldo; Benzema.

Adan, Arbeloa, Albiol, Khedira, Diarra, Granero, Higuaìn.

Josè Mourinho

Mourinho

Kakà

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori