SERIE A/ Cesena-Novara (3-1): sintesi, gol e video highlights (diciottesima giornata)

- La Redazione

I bianconeri si aggiudicano lo scontro salvezza del Manuzzi: doppietta di Mutu che festeggia il centesimo gol in serie A. Schiantato il Novara, che nel finale accorcia con Morimoto.

antonio_candreva_r400
Candreva: per lui rigore sbagliato e gol annullato (foto Infophoto)

Cesena-Novara si conclude con il risultato di 3-1. E quello tra Cesena e Novara, appaiate al penultimo posto a 12 punti. La partita non ha deluso le aspettative: quattro gol, un rigore sbagliato, tante occasioni come testimoniato anche dai tiri in porta (17 contro 14) e dal bilancio degli angoli in parità, 7 a 7. Parità nel possesso di palla, i numeri dei palloni giocati ci dicono che il Novara ha provato a ragionare di più ma è stato meno concreto di un Cesena che nel primo tempo ha capitalizzato tutto ciò che ha saputo creare, chiudendo i conti già nei primi quarantacinque minuti. Sfruttando il gran lavoro di Parolo i bianconeri hanno spinto sull’acceleratore. Dopo un tiro di Candreva fuori di poco, i padroni di casa trovano il gol del vantaggio grazie a Mutu: calcio d’angolo da destra, paratona di Ujkani su grande mezza rovesciata di Eder e tap in vincente del rumeno, che festeggia il centesimo gol in serie A. Il raddoppio nasce da una clamorosa svista arbitrale: Jansen salta Parolo a centrocampo, il cesenate tocca nettamente di mano ma Valeri non fischia. Da lì il Cesena riesce a mandare in area Candreva che viene nettamente sgambettato da Morganella: rigore, e addirittura giallo per proteste a Rigoni. Ancora Mutu fa due a zero. Il Cesena fa 3-0 allo scadere del primo tempo: lo scatenato Mutu vola sulla sinistra e dal fondo mette in mezzo rasoterra: sul pallone si avventa Eder, dalla carambola scaturisce un rimpallo sulla gamba di Rinaudo che infila la propria porta. Nella ripresa il Novara, costretto a spingere al massimo, ha due grandi occasioni per riaprire la partita ma non le sfrutta: è sempre Caracciolo a mancare il gol, prima non trovando la deviazione su cross dalla destra, poi mandando sull’esterno della rete dopo aver saltato Antonioli su bellissimo filntrante di Rigoni. Così il Cesena ne approfitta: Mutu entra in area e viene steso da un’entrata scomposta di Rinaudo, che viene ammonito. La punizione sarebbe esagerata per il Novara, e allora Ujkani si supera deviando il tiro di Candreva diretto all’angolino destro. Poco più tardi (67′) Candreva trova il gol, ma era in fuorigioco. Non succede più nulla fino a due minuti dalla fine, quando c’è un angolo per gli ospiti: flipper impazzito, salvataggio di Antonioli sulla linea, la palla arriva a Rigoni che tira, sulla traiettoria c’è Morimoto che casualmente insacca. E’ il 3-1, ma serve a poco: il Novara, raggiunto dal Lecce, è ultimo.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori