CALCIOMERCATO/ Palermo, dopo Aronica due “regali” dalla Roma?

- La Redazione

Il punto sul mercato rosanero: dopo Aronica Zamparini potrebbe prendere altri giocatori del Napoli. Piace inoltre il brasiliano Marquinho, duttile jolly della Roma…

pietro_lo_monaco_palermo_r400
Pietro Lo Monaco (Infophoto)

L’asse di mercato tra Napoli e Palermo si appresta a diventare rovente. L’approdo di Salvatore Aronica alla corte di Gian Piero Gasperini, con il difensore mancino che tornerà nella sua città natale, dove i rosanero gli garantiranno un contratto biennale e un posto da titolare praticamente certo, sembra ormai scontato. Le possibili trattative tra i partenopei e la società di Maurizio Zamparini, però, potrebbero non fermarsi qui. Lo ha confermato l’amministratore delegato dei siciliani, Pietro Lo Monaco, che ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss’ ha avvalorato le voci sull’affare praticamente concluso per il trasferimento di Aronica e ha aggiunto che il Napoli ha altri buoni calciatori che giocano poco e che potrebbero interessare a tanti club. Sfruttando gli ottimi rapporti esistenti tra le due società, i rosanero potrebbero fiondarsi sui vari Eduardo Vargas, Omar El Kaddouri, Andrea Dossena e Federico Fernandez, anche se Lo Monaco non ha voluto sbilanciarsi su nessuno dei quattro. A detta del dirigente, Vargas è diretto all’estero, Dossena ha costi che il Palermo non può permettersi, mentre su El Kaddouri e Fernandez si è limitato a semplici apprezzamenti. Nel frattempo, detto dell’asse con i partenopei, i siciliani stanno perfezionando un altro importante arrivo, in grado di aumentare il tasso tecnico dell’undici di Gasperini e garantire all’allenatore un maggiore ventaglio di soluzioni tattiche: il brasiliano Marquinho, infatti, sarebbe vicino a lasciare la Roma e approdare in prestito al club di Zamparini. Riscattato in estate dal Fluminense per circa 4 milioni di euro, il jolly di centrocampo, che era uno dei perni del progetto di Luis Enrique, ma sotto la gestione Zeman sta trovando pochissimo spazio. Per questo, una sua cessione si avvicina e col Palermo è già stata raggiunta un’intesa di massima. Altro nome caldo sull’asse Palermo-Roma riguarda Nico Lopez, il 20enne attaccante uruguayano che, oltre a Siena e Catania, piace al dg Lo Monaco che lo segue da diverso tempo. Il passaggio di Lopez avverrebbe solo sulla base di un prestito secco: Sabatini crede molto nelle doti del ragazzo e non vorrebbe privarsene per il futuro. I dirigenti giallorossi sono convinti che Lopez abbia bisogno di un’esperienza lontano da Roma, in una realtà che possibilmente gli dia minuti sul campo. Questo rimane il vero “nodo” che Sabatini sta discutendo con Lo Monaco. La Roma vuole che il ragazzo possa giocare con continuità, il Palermo, per bocca dello stesso Zamparini, lo considera un buon rinforzo, ma non un titolare. Nei primi giorni di gennaio è previsto un nuovo incontro chiarificatore tra le parti. Per quanto riguarda il reparto d’attacco, invece, la frattura tra Ciro Immobile e una parte della tifoseria del Genoa potrebbe riaprire qualche spiraglio per un eventuale arrivo in Sicilia del giovane bomber napoletano. Il sogno dei rosanero rimane Marco Borriello, mentre nelle ultime ore sono stati lanciati segnali di apprezzamento in direzione Siena per capire quanti margini vi sarebbero per aprire una trattativa con i toscani per il palermitano doc Emanuele Calaiò, detto l’Arciere.

Insomma a gennaio sarà un Palermo tutto nuovo quello che uscirà dal mercato. Zamparini si aspetta che arrivi gente di spessore, in grado di condurre la squadra verso una salvezza più o meno tranquilla.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori