CALCIOMERCATO/ Parma, Morrone resta, via Palladino, Pellè e Okaka

- La Redazione

Il punto sul mercato gialloblù: capitan Morrone dice no allo Spezia e rimane in Emilia, in entrata è fatta per il giovane attaccante francese Bonelli, prelevato dalle giovanili dell’OM…

stefano_morrone_r400
Stefano Morrone (Infophoto)

Il calciomercato del Parma registra un’importante conferma. Il capitano Stefano Morrone, infatti, ha detto di no alla proposta dello Spezia. A meno di convincenti ritorni alla carica del club ligure, la permanenza in Emilia del 34enne centrocampista non sembra più in dubbio. Morrone, dunque, ha deciso di continuare a sposare il progetto del Parma, in cui occupa un ruolo centrale, per età ed esperienza accumulata sul campo. Il tecnico Roberto Donadoni si fida molto di lui e continuerà ad affidargli le chiavi del centrocampo. In entrata, intanto, il Parma concluso un’operazione di prospettiva. E’ stato ufficializzato l’arrivo del 18enne attaccante francese Brice Bonelli, prelevato dalle giovanili dell’Olympique Marsiglia. Il ragazzo, quasi sicuramente, si farà le ossa nella Primavera di Pizzi. Sempre oggi, inoltre, sono stati ufficializzati anche due nuovi arrivi dal Gubbio, ovvero Daniele Bazzoffia, che potrebbe essere girato altrove in prestito, e Simone Smacchia, altro 18enne di talento. Leonardi e soci, sul fronte giovani, stanno seguendo con molta attenzione pure il 20enne fantasista croato Marcelo Brozovic, che piace da tempo anche all’Udinese. In attacco il Parma si prepara a sfoltire. Andranno via, molto probabilmente in prestito, i vari Okaka, Palladino e Pellè. Per l’ex romanista si era parlato di un possibile approdo proprio in quello Spezia che tanto ci teneva a mettere le mani su capitan Morrone. Incerta la sorte di Palladino, mentre Pellè, che nella seconda parte della scorsa stagione ha giocato in prestito nella Sampdoria, potrebbe tornare all’estero, dopo l’esperienza olandese (AZ Alkmaar). L’ariete salentino viene monitorato con molta attenzione dal Middlesbrough, come dimostrato dalla presenza di emissari inglesi al Tardini in occasione della recente amichevole Parma-Real Sociedad. In avanti, quindi, si punterà tutto sui vari Amauri, Belfoldil e Pabon. Il primo è chiamato a ripetere quanto fatto di buono a Parma circa un anno e mezzo fa. Per Belfodil, invece, sarà l’occasione per dimostrare che l’etichetta di ‘nuovo Benzema’ non è stata affrettata. Infine, occhi puntati sul talento colombiano, che potrebbe provare a ripercorrere le orme dell’indimenticato Faustino Asprilla, il funambolo che fece sognare per anni il Tardini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori