CALCIOMERCATO/ Cagliari, tutti i trasferimenti ufficiali: torna Sau, Nenè rimane in Sardegna

- La Redazione

Pochi movimenti sia in entrata quanto in uscita per il Cagliari. Ritorna Sau, reduce da una grande stagione nella Juve Stabia, mentre è stato ceduto Canini, trasferitosi al Genoa

Pinilla
Pinilla, attaccante del Cagliari (Foto Infophoto)

Si è concluso ieri il calciomercato estivo 2012 delle varie società di Serie A, e naturalmente anche il Cagliari, formazione sarda di Massimo Cellino, ha abbassato le serrande alle ore 19.00. Un’ultima giornata durante la quale ci si aspettava qualche colpo, soprattutto in uscita, ma niente di tutto ciò è accaduto. Sembrava ad esempio fatta per il trasferimento dell’attaccante brasiliano Nenè alla Sampdoria, nonché dello sbarco in Sardegna di Kone: il primo è rimasto in rossoblu mentre il secondo si è trasferito in Emilia, sponda Bologna. Per quanto riguarda i colpi ufficiali del Cagliari, pochi i movimenti. Acquistati a titolo definitivo Smit dalla Spal, Rossettini dal Siena, Dessena della Sampdoria e Pinilla dal Palermo, quest’ultimo, riscattato ad inizio luglio dal Palermo dopo un’ottima metà stagione al Sant’Elia. Sarà sicuramente il bomber sudamericano l’arma in più di questo Cagliari per il campionato 2012-2013 iniziato ufficialmente lo scorso weekend. Molto interessante anche il colpo Sau, in realtà un rientro in rossoblu dopo l’ottima esperienza alla Juve Stabia. Il ragazzo, sardo doc, era stato accostato durante l’estate anche al Milan e alla Roma ma ha sempre dichiarato amore verso il club di Cellino. Buono anche l’arrivo dello “sconosciuto” Avelar, che andrà ad occupare stabilmente la fascia sinistra in difesa al fianco dell’altro difensore sbarcato, il centrale Rossettini. Per quanto riguarda gli altri colpi, da registrare l’arrivo di Casarini dal Bologna, Rassu e Camilleri dalla Reggina. Pochi anche i movimenti in uscita. Ceduto il difensore centrale Canini al Genoa, che in rossoblu dovrebbe essere un titolare fisso al fianco di Granqvist, in partenza anche Petriccione, sbarcato in Toscana, fra le fila del Siena. In totale sono stati spesi circa 12 milioni di euro a fronte di entrate pari a meno di 5 milioni di euro, per un bilancio in passivo di circa 7/8 milioni di euro. Come dicevamo, un mercato senza grandi colpi, sulla carta appena sufficiente, da sei in pagella. Ci si aspettava, come di consueto, l’ennesimo colpo “segreto” di Cellino che però quest’anno non è arrivato: tutto rimandato al prossimo mercato di riparazione, quello del gennaio 2013.

Casarini (Bologna)

Rassu (Progetto Calcio)

Smit (Spal)

Camilleri (Reggina)

Avelar (Karpaty Lviv)

Rossettini (Siena)

Pinilla (Palermo)

Dessena (Sampdoria)

 

 

Canini (Genoa)

Petriccione (Siena)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori