CALCIOMERCATO/ Parma, voto 6 al mercato: tante scommesse in attacco, difficile sostituire Giovinco

- La Redazione

Il presidente del Parma Ghiardi durante il calciomercato estivo 2012 ha perso il grande gioiello Giovinco che nella scorsa stagione ha portato i ducali alla salvezza.

donadoni_parmaR400
Roberto Donadoni, allenatore Parma - InfoPhoto

Il presidente del Parma Ghiardi durante il calciomercato estivo 2012 ha perso il grande gioiello Giovinco che nella scorsa stagione ha portato i ducali alla salvezza. Ma con lui sono andati via altri giocatori importanti. In compenso l’a.d. Leonardi ha messo a segno dei colpi in prospettiva con giocatori di grande talento che però dovranno essere visti sul terreno difficile della Serie A. Ieri è esploso Belfodil, attaccante francese classe 92′ autore del primo gol in Serie A. Il voto al mercato del Parma è comunque sufficiente, un 6 che potrebbe anche avere un valore maggiore, dipenderà molto dalle scommesse.
Il Parma ha confermato Mirante come numero uno per la prossima stagione. Una scelta sicuramente positiva visto che il giovane portiere cresciuto nella Juventus acquista sicurezza ogni anno che passa. Mirante è uno dei portieri italiani di maggior talento, quest’anno dovrà cercare ancora una volta di fare gli straordinari. Per la verità nel primo match contro la Juventus si è già messo in mostra parando il rigore di Vidal ma ha sbagliato sulla punizione di Pirlo. Dietro di lui è rimasto Pavarini che sembrava sul punto di andare a fare il terzo portiere alla Juventus. Come terzo portiere del Parma c’è Bajza, giovane slovacco classe 91′ estremo difensore dell’Under 21 della Slovacchia.
Ai già collaudati Paletta, Lucarelli e Zaccardo, la società ha affiancato un giovane in cerca di rilancio come Rosi preso dalla Roma e Fideleff, difensore argentino arrivato dal Napoli che vuole assolutamente dimenticare l’esperienza partenopea in cui ha raccolto davvero poco.
Il centrocampo ha sicuramente perso un elemento dinamico come Valiani ma il Parma ha comunque acquistato due giocatori come Acquah del Palermo e soprattutto Parolo dal Cesena. In particolare nel secondo caso trattasi di un giocatore da rilanciare dopo una stagione opaca. Il Parolo visto due anni fa a Cesena è stato fenomenale segnando alcuni gol e mettendosi in mostra anche dinanzi ai grandi club italiani. Per Acquah invece il discorso è particolare. E’ un giovane che a Palermo ha trovato spesso poco spazio. Donadoni sembra volerlo lanciare stabilmente dal primo minuto, bisognerà capire se il giocatore ripagherà sul campo la grande fiducia della società.
Purtroppo è il reparto con più incognite. Sono andati via Floccari e soprattutto Giovinco, quest’ultimo autore di un grande campionato. In cambio sono arrivati Amauri, Pabon e Belfodil. Gli ultimi due talenti tutti da scoprire, la Serie A è difficile anche se il francesino ha giocato lo scorso anno a Bologna. Amauri è da rilanciare ma non è più un giovanissimo.

La società ha venduto benissimo la seconda metà di Giovinco alla Juventus per 11 milioni di euro. Per questo il saldo è positivo con un +2,3 milioni di euro nel bilancio dei ducali. Ma bisogna anche rapportare il saldo positivo con i giocatori che sono arrivati. Onestamente i tifosi si aspettavano qualcosa in più da parte della società.
Ninis, Portin, Pigliacelli, Maceachen, Bajza, A. Rossi, Amauri, Chibsah, Belfodil, Pabon, Parolo, Vanzo, Fideleff, Acquah, Pigliacelli, Rosi, McEachen, Benalouane.
Jonathan, Mariga, Okaka, Floccari, Ferrario, Feltscher, Pereira, Giovinco, Valiani, Bianchi, Yamnaine, Rossi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori