Calciomercato Torino/ News: Zapata a gennaio, solo un nodo da sciogliere (esclusiva)

- La Redazione

Calciomercato Torino news: secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da IlSussidiario.net, il club granata sarebbe tornato alla carica per Duvan Zapata. Resta solo un problema da risolvere

maggio_duvan
Duvan Zapata, 23 anni, colombiano (INFOPHOTO)

I tifosi del Torino non sono rimasti contenti del calciomercato estivo del club. L’addio di due pezzi da novanta come Immobile e Cerci si è fatto sicuramente sentire, lo scorso anno i due avevano monopolizzato la zona offensiva del Torino di Ventura. Al loro posto sono arrivati Fabio Quagliarella dalla Juventus e Amauri dal Parma: pr adesso sembra troppo poco. Anche perché soprattutto l’italo-brasiliano arriva da diversi anni in cui non ha segnato tanti gol, per il momento neanche Quagliarella è riuscito a trovare la via della rete. Considerando che in panchina c’è Marcelo Larrondo che arriva dal rigore sbagliato contro l’Inter, il Torino fa veramente fatica a segnare. A gennaio però Urbano Cairo potrebbe ritornare sul mercato. In vista del calciomercato invernale il presidente del Torino potrebbe decidere di puntare nuovamente su un ex obiettivo. Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da IlSussidiario.net, il Torino avrebbe nuovamente messo nel mirino Duvan Zapata, centravanti colombiano del Napoli che sta trovando poco spazio in questa stagione. Già in estate in tanti avrebbero puntato sul prestito dell’ex Estudiantes che ha bisogno di giocare con continuità per trovare la condizione fisica ottimale. C’è però un problema tra i due club: il Torino infatti non vuole Zapata solo in prestito semplice, preferirebbe puntare sul calciatore sudamericano con una formula diversa, ovvero prestito con diritto di riscatto. Il Napoli però non intende privarsi a titolo definitivo di un giocatore che potrebbe tornare utile il prossimo anno quando avrà maggiore esperienza in Italia. In fondo le prestazioni di Zapata lo scorso anno sono state importanti, il colombiano ha segnato 7 gol giocando poco e soprattutto non dal primo minuto nella maggior parte dei casi.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori