MILANO-SANREMO/ Gerrans vince, Cancellara e Nibali ai posti d’onore: cronaca e risultati della Classicissima

- La Redazione

Edizione spettacolare della Milano-Sanremo: Nibali e Cancellara fanno la differenza sul Poggio, resiste solo Gerrans che li beffa sul traguardo. Cronaca e ordine d’arrivo della Classicissima

cancellara1_r400
Fabian Cancellara (Infophoto)

Simon Gerrans dà all’Australia la seconda vittoria consecutiva nella Milano-Sanremo, dopo il successo di Goss nel 2011. Trionfo tutto australiano, dal momento che Gerrans corre per la GreenEdge, il nuovo team della nazione oceanica, che dimostra sempre di più di essere una potenza del ciclismo. Secondo si è classificato Fabian Cancellara e terzo Vincenzo Nibali, grandi protagonisti della parte finale della Classicissima. Il siciliano è scattato sul Poggio e ha fatto la differenza con questa splendida azione; solo Cancellara e Gerrans sono riusciti a seguirlo, e poi è stato decisivo lo svizzero in discesa e negli ultimi 3 km in pianura prima dell’arrivo sul Lungomare Italo Calvino. La grande potenza di Fabian è stato decisivo per rintuzzare il rientro del gruppo, ormai ridotto a circa una quindicina di elementi. Comunque grandi complimenti a Gerrans, che è stato l’unico a resistere a questi due grandi campioni e alla fine è riuscito persino a piazzare la zampata. Dopo 298 km non è certo un’impresa da poco, e questo legittima il suo successo. D’altronde Gerrans ha già vinto tappe a Giro, Tour e Vuelta, dunque non è sicuramente un carneade. Resta un rimpianto in casa Liquigas, perchè piazzare Nibali terzo e Sagan quarto – vincitore della volata a pochissimi metri di distacco dai primi tre – è sicuramente un ottimo risultato, ma lascia anche la sensazione che si poteva fare qualcosa in più, soprattutto con Sagan, che si è dimostrato il migliore tea i velocisti. A proposito di velocisti, la delusione del giorno è sicuramente firmata Cavendish: il campione del Mondo è andato in difficoltà già sulle Manie e ha mollato in vista dei tre Capi, quando la corsa di fatto non era nemmeno entrata nel vivo. La Cipressa ha fatto notizia quasi soltanto per la caduta che ha escluso Philippe Gilbert dal gruppo di testa, mentre tutto è successo sul Poggio, preso a velocità straordinaria da Agnoli, “gregario” (anche se è riduttivo chiamarlo così) di Nibali, che ha spianato la strada all’attacco del suo capitano. Ottima prova anche per Filippo Pozzato, che è sempre stato nel vivo della corsa e ha chiuso al sesto posto: davvero non male, soprattutto se si pensa che si era fatto male seriamente circa un mese fa e molti pensavano che non potesse nemmeno prendere il via. Ma oggi è il giorno del trionfo di Gerrans: il ciclismo parla sempre di più “australiano”. Paura invece per il colombiano Quintero, caduto nella discesa delle Manie e rimasto senza conoscenza per due minuti. Nella prossima pagina l’ordine d’arrivo.

 

 

1. Simon GERRANS (AUS, GreenEdge)

2. Fabian CANCELLARA (SVI, RadioShack)

3. Vincenzo NIBALI (ITA, Liquigas)

4. Peter SAGAN (SVK, Liquigas)

5. John DEGENKOLB (GER, Project 1T4I)

6. Filippo POZZATO (ITA, Farnese-Selle Italia)

 

(Mauro Mantegazza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori