EUROPEI NUOTO/ Impresa Paltrinieri, oro e record italiano nei 1500 stile libero

- La Redazione

Impresa di Gregorio Paltrinieri nella finale dei 1500 stile libero: si prende la medaglia d’oro davanti all’ungherese Kis e centra anche il nuovo record italiano. Bene anche la Barbieri.

Filippi_Alessia_R400
Alessia Filippi (Infophoto)

Gli Europei di nuoto a Debrecen, Ungheria, ci regalano un’altra medaglia. Dopo le staffette (argento e bronzo) e l’oro e il bronzo di Scozzoli e Pesce nella rana, oggi festeggia Gregorio Paltrinieri. Lo fa in maniera spettacolare: nei 1500 stile libero, gara durissima perchè le forze vanno dosate nel modo ottimale per non arrivare scarichi all’arrivo, il nostro nuotatore conquista la medaglia d’oro e si prende anche il record italiano. Grande risultato per lui, che naturalmente stacca anche il pass per le Olimpiadi di Londra e si candida per la zona medaglie. Impressionante la sua gara: Paltrinieri, classe 1994, parte fortissimo, stacca subito la concorrenza e si prende subito un margine di 3 secondi e oltre sull’ungherese – idolo di casa – Gergo Kis, che prova un inseguimento solitario. Niente da fare: Gregorio resta davanti, non cede nemmeno dopo metà gara, addirittura allunga nel finale e va a chiudere fermando il cronometro sul 14’48”92. “Mi aspettavo di fare 14’55”, invece sono andato sotto il 14’50”: è incredibile, sono contentissimo”. Nel rivedere la sua gara, Paltrinieri si sorprende: “Sono partito davvero forte”. Prende corpo, insomma, la squadra di nuoto che l’Italia schiererà a Londra: non ci sono solo la Pellegrini e Magnini, abbiamo anche Scozzoli, Dotto, e adesso Paltrinieri che per quanto si è visto può puntare a grandi risultati. Andremo alle Olimpiadi con fiducia, sapendo di avere più di una possibilità di andare a medaglia, anche le staffette hanno visto crescere i gregari e possiamo quindi pensare, se non proprio di insidiare squadroni come Australia e Stati Uniti, quantomeno di dire la nostra e portare a casa molte soddisfazioni. In mattinata, anche Arianna Barbieri si è qualificata per la grande occasione olimpica: già nelle batterie dei 100 metri dorso ha nuotato in 1’00”26, andando sotto il tempo limite richiesto dalla Federazione per volare in Inghilterra. “Non mi aspettavo di andare subito così veloce: l’obiettivo era l’Olimpiade. Sono ovviamente felice, ma adesso voglio migliorarmi ancora”, queste le parole della Barbieri dopo la gara. L’unica delusione di questi Europei, a conti fatti, resta Alessia Filippi: dopo il penultimo posto nella finale dei 200 dorso di ieri (avesse nuotato il tempo delle semifinali si sarebbe presa l’argento), la 24enne romana ha steccato anche oggi, se possibile facendo ancora peggio sugli 800 metri stile libero…

… fallendo l’ingresso alla finale in una categoria nella quale, lo ricordiamo, deve ancora centrare il pass olimpico. 8’45”51 il tempo della Filippi, che ha chiuso al nono posto e quindi ultima delle eliminate. Il suo allenatore Andrea Palloni, comunque, si è detto fiducioso circa la condizione fisica e la preparazione, dichiarando che per Londra Alessia sarà pronta a confrontarsi con le migliori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori