CLASICA SAN SEBASTIAN/ Luis Leon Sanchez vince la corsa spagnola

- La Redazione

La Clasica di San Sebastian di ciclismo è stata vinta dallo spagnolo Luis Leon Sanchez (Rabobank), che è arrivato da solo al traguardo. Secondo Gerrans, terzo Meersman, sesto Santambrogio.

luis_leon_sanchez
Luis Leon Sanchez in azione al Tour (Infophoto)

Lo spagnolo Luis Leon Sanchez (Rabobank) ha vinto oggi pomeriggio la Clasica di San Sebastian, corsa di un giorno che si disputa sulle strade intorno alla città basca e che costituisce la più importante corsa in linea spagnola. Il corridore della Rabobank è scattato a circa 9 chilometri dall’arrivo, probabilmente sperando di portare via un gruppetto che potesse anticipare le ruote veloci che erano rimaste ancora in gruppo dopo il doppio passaggio sull’Alto di Jaizkibel e sull’altra salita impegnativa del percorso basco, Arkale. Invece nessuno ha avuto la forza o la capacità di inseguire il forte corridore iberico, che a quel punto ha deciso di insistere per giungere da solo al traguardo e – approfittando pure di un po’ di indecisione tra gli inseguitori – questa sua impresa è giunta a buon fine: Luis Leon Sanchez ha tagliato il traguardo da solo a braccia alzate e succede nell’albo d’oro al belga Philippe Gilbert, che sulle strade di San Sebastian colse uno dei tanti successi del suo trionfale 2011 (molto diverso per lui dalla stagione attuale). Nel 2010 invece vinse proprio Sanchez, che così oggi ha fatto il bis del successo di due stagioni fa. Luis Leon Sanchez si conferma così tra i corridori più vincenti in gruppo: in questa stagione è la sua settima vittoria, dopo una tappa della Parigi-Nizza, una della Vuelta Castilla y Leon, due del Giro di Romandia, il campionato spagnolo a cronometro e una tappa del Tour de France. Agli inseguitori non è rimasto altro da fare se non giocarsi in volata la seconda posizione, ed è servito il foto-finish per stabilire chi avesse avuto la meglio tra Simon Gerrans e Gianni Meersman: alla fine, ha avuto ragione l’australiano della Orica-GreenEdge sul belga della Lotto-Belisol. Il distacco di Gerrans e di tutti gli inseguitori è stato di 7 secondi dal vincitore spagnolo. Per l’Italia i tre corridori più attivi durante tutta la corsa sono stati certamente Mauro Santambrogio (Bmc), Diego Ulissi (Lampre-Isd) ed Eros Capecchi (Liquigas-Cannondale): anche loro però sono rimasti spiazzati dallo scatto di Luis Leon Sanchez, e si sono dovuti accontentare di posizioni di rincalzo. Per Santambrogio – sesto – e Ulissi – decimo – c’è stata almeno la soddisfazione di un piazzamento nei primi dieci nell’ordine d’arrivo.

Per la Clasica di San Sebastian si è trattato dell’edizione numero 32: la corsa infatti fu ideata nel 1981 dal giornale ‘El Diario Vasco’, che voleva colmare una grave lacuna del ciclismo spagnolo, cioè l’assenza di una corsa in linea di alto livello, ovviamente realizzandola nei Paesi Baschi, vista la fortissima identità locale di quella comunità. Per la Spagna è la dodicesima vittoria; segue poi l’Italia, con sette vittorie per i nostri ciclisti, anche se l’ultima è ancora quella di Leonardo Bertagnolli nel 2007.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori