CALCIOMERCATO/ Roma, dalla Spagna rilanciano l’idea Sissoko, e torna di moda Tasci

- La Redazione

La Roma torna ad interessarsi di Moussa Sissoko, centrocampista del Tolosa di origini francesi. Piace anche Serdar Tasci, difensore tedesco in forza allo Stoccarda

sabatini_conferenzaR400
Walter Sabatini, direttore sportivo della Roma (Infophoto)

Fase di studio e di sondaggi in casa Roma in vista del calciomercato di riparazione, quello del prossimo gennaio. Il direttore sportivo giallorosso Walter Sabatini sta osservando da vicino alcuni possibili calciatori che potrebbero trasferirsi a Trigoria all’inizio dell’anno venturo. La Roma in questo momento è ancora un cantiere aperto: anche contro l’Udinese si è visto tutto il bello e il brutto di questa squadra, capace di mettere kappaò l’avversario in un amen e poi di subire tre gol come se nulla fosse (esattamente come accaduto anche contro il Bologna). Zeman deve rivedere qualcosa nella rosa a disposizione, ma intanto si studia anche il mercato, alla ricerca di elementi validi. De Rossi ad esempio potrebbe partire a gennaio: allora, a centrocampo servirebbe un innesto. Dalla Spagna, più precisamente dal quotidiano As, in questi giorni è stata rilanciata l’idea Moussa Sissoko, centrocampista del Tolosa che già in estate era una suggestione dei giallorossi. Si tratta di un elemento in grado di giocare davanti alla difesa ma anche più avanzato; può fare nel caso l’interno e in questo senso permettere a Zeman di continuare a puntare su Tachtsidis, pur se il greco anche ieri sera non ha per niente convinto. Il valore del centrocampista recentemente convocato da Didier Deschamps in nazionale si aggira intorno ai 10 milioni di Euro, ma il cartellino va in scadenza a giugno: il Tolosa è attualmente secondo nella classifica della Ligue 1, ma da quelle parti non si parla di rinnovo per il giocatore, che potrebbe quindi lasciare il club già a gennaio, così che in cassa entri qualcosa (sarebbe un affare per entrambe, perchè la Roma spenderebbe di meno). Da verificare ovviamente quali saranno le scelte di Zeman: ieri si è rivisto dal primo minunto Miralem Pjanic, ma il bosniaco ha giocato una partita anonima, sembra fuori dagli schemi del boemo ma per contro ha solo 21 anni e tantissimo talento. Può davvero essere sacrificato? Dipende dalle offerte; Pjanic piace al Tottenham di Villas-Boas, soluzione ideale perchè a Londra si troverebbe a giocare come titolare quasi inamovibile e in un progetto interessante, in un campionato che è attualmente il migliore a livello mondiale; ma attenzione al Milan, che ha messo gli occhi sul giocatore nel tentativo di sistemare la sua linea mediana e potrebbe decidere di inserire Boateng come contropartita tecnica. Ad ogni modo, il borsino di oggi dice che Pjanic dovrebbe rimanere a Trigoria. Diverso il discorso di De Rossi, che di anni ne ha 29, con Zeman sembra non aver mai legato e ha tanto mercato all’estero: i giallorossi potrebbero decidere di lasciarlo partire a fronte di un’ottima offerta, pur se alla fine dovrà essere lui a chiedere di essere ceduto. 

Da segnalare poi l’interesse della dirigenza giallorossa per Serdar Tasci, difensore centrale dello Stoccarda in passato già adocchiato da Juventus e Milan. Potrebbe essere l’ideale per puntellare una difesa fin troppo ballerina, ma Zeman punta molto su Castan e Marquinhos, a tal punto che sta in panchina uno come Burdisso. Tasci comunque potrebbe arrivare per allungare le rotazioni, soprattutto perchè in queste prime giornate il boemo ha cambiato spesso formazione, alla ricerca dell’assetto migliore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori