CALCIOMERCATO/ Roma, ag. Borini: con Luis Enrique feeling immediato, felicissimo dopo ieri sera ma… (esclusiva)

Intervista esclusiva a Ilsussidiario.net con Marco De Marchi, agente di Fabio Borini, attaccante della Roma che ieri ha segnato una doppietta importante contro l’Inter.

06.02.2012 - La Redazione
fabio_borini_r400
Fabio Borini (Infophoto)

Ieri è stata una grande giornata per la Roma. La squadra di Luis Enrique ha battuto quattro a zero l’Inter di Ranieri giocando un calcio di qualità e costruendo tante azioni da gol. In più è arrivato il rinnovo di Daniele De Rossi, centrocampista della Roma, che oggi ha ufficializzato l’accordo con i giallorossi per altri cinque anni a 5,5 milioni di euro a stagione. La Roma sogna il grande recupero in campionato per centrare l’obiettivo terzo posto che attualmente è occupato dall’Udinese. Ieri il grande protagonista del match di ieri è stato Fabio Borini, attaccante della Roma, che ha siglato una doppietta importante. Sono sei gol in 13 presenze, una stagione importante quella del giovane attaccante classe 91′ in comproprietà con il Parma, arrivato a parametro zero a giugno dal Chelsea a parametro zero. Borini ha già eguagliato il record di gol che aveva stabilito nello Swansea: “Ma quell’anno è arrivato a marzo nello Swansea” ci tiene a precisare in esclusiva a Ilsussidiario.net Marco De Marchi, agente di Borini. Il suo rapporto con il tecnico Luis Enrique è importante, non a caso il tecnico asturiano dopo il k.o. di Osvaldo non ha voluto nessuno. De Marchi ci rivela un aneddoto importante: “Sia io che Fabio (Borini, ndr) abbiamo avuto a pelle un’impressione positiva di Luis Enrique. Sapevamo che il tecnico asturiano poteva essere l’uomo giusto per lui, per questo non abbiamo esistato a rispondere positivamente alla proposta della Roma. Borini con Luis Enrique ha avuto un feeling immediato. Lo spagnolo sta dimostrando di avere idee importanti”. Ieri è arrivata la prima doppietta in Serie A, De Marchi ci ha parlato dello stato d’animo del giocatore: “Mi ha chiamato ieri sera sul tardi perchè ha avuto un post partita molto impegnato (ride, ndr). Era felicissimo ma conoscendo il ragazzo avrà già cancellato il ricordo di questo match per pensare ai minuti da giocare contro il Catania nel recupero di campionato”. Continuando così Borini potrebbe entrare nei pensieri di Cesare Prandelli, c.t. della Nazionale, che per gli Europei di giugno dovrà rinunciare ad attaccanti importanti come Cassano e forse Giuseppe Rossi. Ma l’agente di Borini frena gli entusiasmi: “Lasciamolo lavorare, lui ha in testa solo la Roma e comunque gioca già nell’Under 21. Certo, lui è un ragazzo molto ambizioso che non si pone limiti”.

Borriello fa parte di quei talenti nati tra il 1990 e il 1992 che potrebbero dare molte gioie all’Italia. Si parla di giocatori importanti come Balotelli, Paloschi, Gabbiadini, Destro, chi più chi meno ha già mostrato le proprie qualità: “Sono talenti importanti, una concorrenza che stimola molto Borini” ha concluso De Marchi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori