CALCIOMERCATO/ Roma, Sartori (ds Chievo): Bradley? Ancora nessun contatto con i giallorossi, e dall’estero… (esclusiva)

- La Redazione

Michael Bradley, centrocampista centrale del Chievo, è stato recentemente accostato alla Roma dei connazionali americani. Quanto è concreta la trattativa di calciomercato? Parla Sartori

michael_bradleyR400
Michael Bradley (Infophoto)

Michael Bradley può ragionevolmente considerarsi uno degli obiettivi di calciomercato della Roma. A cominciare dalla nazionalità, quella statunitense, che accomuna il regista di centrocampo alla nuova proprietà giallorossa a stelle e strisce. Non solo: per le caratteristiche che ha messo in mostra, Bradley potrebbe inserirsi molto bene negli schemi di Luis Enrique, sempre che l’asturiano resti sulla panchina della Roma. In questa prima stagione in Italia, Bradley ha sfoggiato un’ottima padronanza tecnica, buon senso della posizione ed una più che discreta tenuta atletica, che gli consente di sdoppiarsi nelle mansioni sia di regista che d’incursore. Insomma, un elemento che potrebbe essere molto utile alla Roma, considerandone anche i margini di miglioramento (Bradley è un classe 1987). Lo stesso Jurgen Klinsmann ne ha fatto una colonna della nazionale americana; a soli 24 vanta già 62 presenze (e 9 gol) con la rappresentativa maggiore degli Stati Uniti. Viene naturale pensare a Michael Bradley come a uno dei pezzi pregiati del prossimo calciomercato: per  farci un’idea sullo stato delle trattative abbiamo sentito in esclusiva Giovanni Sartori, direttore sportivo del Chievo. Il quale ha preventivamente rinviato i discorsi di calciomercato: “Come linea societaria, non parliamo di mercato fino al raggiungimento dell’obiettivo che è la salvezza“. Ma se contatti non ce ne sono, Sartori non fa mistero che Bradley è un giocatore che mercato ne ha, e parecchio, e non è solo nel mirino della Roma, che peraltro non ha ancora fatto la sua mossa: “Non ho parlato con nessuno della Roma. Comunque, ad oggi vediamo che ci sono parecchie squadre, italiane e straniere, che ci stanno seguendo con grande continuità. Però nessuno si è fatto avanti, per nessun giocatore“. Sui nomi delle interessate, Sartori è stato ragionevolmente più cauto, limitandosi ad un indizio: “Ci seguono squadre francesi, tedesche e anche qualche inglese“. Che il Chievo sia una società modello è ormai sotto gli occhi di tutti. Poi è chiaro che quando Sartori parla di giocatori seguiti anche dall’estero, può riferirsi ad una lista di giocatori non certo sterminata. Probabilmente, si resta sulle dita di una mano, e Bradley vi rientra sicuramente. La sua valutazione di calciomercato, in continua crescita, si aggira sui 4-5 milioni di euro: non certo proibitiva; per la Roma, il problema maggiore potrebbe essere proprio la concorrenza che Sartori ha delineato. Sappiamo che Bradley…

…vanta già un bel trascorso in Germania, avendo giocato per tre stagioni nel Borussia Monchengladbach (76 presenze, 10 gol tra 2008 e 2011). D’altra parte, per le sue caratteristiche potrebbe inserirsi bene anche in un contesto di Premier League, magari di medio-alta classifica. Insomma, per la Roma il messaggio è già abbastanza chiaro: su Bradley si potrà parlare, ma la concorrenza è già spietata. Chiaramente, non appena il Chievo sarà salvo (e manca davvero poco, anche all’aritmetica), potremo attenderci sviluppi di calciomercato interessanti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori