CALCIOMERCATO/ Roma, retroscena Destro: poteva essere del Real Madrid grazie a Baldini

Oggi è una giornata importante per Mattia Destro, attaccante italiano classe 91′ che effettuerà le visite mediche per conto della Roma e se tutto andrà bene firmerà il contratto che lo…

25.07.2012 - La Redazione
Destro_intrigo
Mattia Destro, attaccante del Siena e dell'Under-21 (Foto Infophoto)

Oggi è una giornata importante per Mattia Destro, attaccante italiano classe 91′ che effettuerà le visite mediche per conto della Roma e se tutto andrà bene firmerà il contratto che lo legherà ai giallorossi per cinque stagioni. Destro è il prossimo colpo del calciomercato della Roma. Una telenovela infinita iniziata con l’acquisizione del Siena della metà del giocatore nato ad Ascoli Piceno che aveva mandato su tutte le furie Preziosi e forse anche Moratti. Già, il presidente dell’Inter voleva riportare Destro a casa visto che fu ceduto frettolosamente durante l’affare Ranocchia, ma i nerazzurri si sono tirati fuori dai giochi troppo presto salvo poi comparire nuovamente quando i giochi erano davvero conclusi. Il Genoa, grazie all’abilità del presidente Preziosi e al buon senso del nuovo d.s. del Siena Antonelli, hanno ricucito lo strappo ed è riuscito ad acquistare anche l’altra metà del giocatore. Nel frattempo la Roma aveva gettato le basi per l’acquisto del giocatore. Ieri la fumata bianca, Destro costerà alla Roma circa 16 milioni di euro tra prestito oneroso, riscatto e la comproprietà di tre giovani. Tutti felici e contenti. Ieri c’è stata anche una telefonata di Franco Baldini al giocatore, il dirigente giallorosso chiedeva a Destro di essere veloce nella scelta per non far arrabbiare i tifosi giallorossi che non lo avrebbero accolto bene. Franco Baldini è uno dei sostenitori dell’affare Destro. Il manager italiano conosce Destro da tanti anni. Nel 2007, quando era dirigente del Real Madrid, Baldini aveva già messo nel mirino il 16enne Destro che incantava nelle giovanili dell’Inter. Come rivelato dalla Gazzetta dello Sport, il giocatore piaceva molto alla “Casa Blanca”. Baldini avrebbe potuto “scippare” Destro all’Inter visto che il giovane non aveva ancora un contratto da professionista. L’affare non andò mai in porto, il dirigente italiano decise di non strappare al calcio italiano un giovane promettente che in futuro avrebbe dato tanto al calcio italiano. Il destino ha voluto che cinque anni dopo la Roma di Baldini mettesse le mani su quel giovane talento che nel frattempo è diventato un bomber di grande classe che Zeman plasmerà con i suoi infallibili metodi. La Roma ha così un attacco giovane e forte, anche se qualcuno potrebbe essere ceduto.

I giallorossi ora dovranno mettere a segno qualche colpo a centrocampo e in difesa. I tifosi sognano lo Scudetto, Zeman non ha promesso nulla ma lavorerà per arrivare al grande obiettivo ovviamente con il suo solito calcio spettacolare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori