DIRETTA/ Orlando City-Roma live (0-4 p.t.): la partita amichevole in temporale

- La Redazione

Al termine dei primi 45 minuti a Orlando la Roma è in vantaggio per 4-0 sugli Orlando City Soccer Club. Il punteggio è decisamente relativo: Orlando City 0 Roma 4. La diretta di Orlando-Roma

Bradley_Orlando_City
Michael Bradley (Infophoto)

Al termine dei primi 45 minuti a Orlando la Roma è in vantaggio per 4-0 sugli Orlando City Soccer Club. Il punteggio è decisamente relativo: al di là del fatto che si tratti di un’amichevole, la formazione americana gioca nella terza serie locale ed è paragonabile, per dare un’idea, a una nostra formazione dilettantistica. La Roma ha preso questo impegno per quello che era: una sorta di allenamento in vista della partita contro il Napoli che chiuderà il girone d’andata della serie A, contro un avversario che si offre come sparring partner. Il risultato è addirittura meno pesante di quanto avrebbe potuto essere, perchè una volta segnato il primo gol i giallorossi si sono come seduti e hanno cominciato a provare qualche giocata particolare provando anche a controllare il ritmo della partita, un chiaro esercizio di stile in vista del weekend. Giudicare le individualità in una partita come questa è sicuramente difficile, ma nel primo tempo sono piaciuti in particolare Lamela, non solo per i due gol ma anche per il movimento a tutto campo che ha ricordato quello di Totti (in panchina); Pjanic, autore del terzo gol con un destro preciso all’angolino dal vertice sinistro dell’area; e non ha fatto male nemmeno il brasiliano Dodò, che in fase di spinta è stato sempre presente guadagnando due punizioni al limite e mostrando buona gamba, pur se dà sempre l’impressione di dover maturare nella fase difensiva. A proposito: la prestazione di Burdisso e Castan non può certo essere un vero banco di prova in vista di Napoli (giocheranno insieme per la squalifica di Marquinhos), gli Orlando City in attacco si sono fatti vedere giusto un paio di volte e senza mai realmente impensierire la retroguardia. I due centrali della Roma quanto meno hanno dimostrato una buona intesa e una certa coordinazione nei movimenti: a turno uno accorciava sul marcatore e l’altro copriva sulla profondità, aiutati in questo anche da un Piris molto più attento nelle diagonali rispetto al passato. I due gol di Lamela sono nati da ripartenze: bellissima la prima, avviata da Bradley che ha servito centralmente Destro. Passaggio a sinistra per Pjanic, che in area avrebbe potuto anche tirare ma si è limitato a passare al centro per il tocco da due passi di Lamela, che ha poi raddoppiato 10 minuti più tardi ancora da dentro l’area e a porta semivuota, stavolta su assist di Florenzi da sinistra (bella percussione in area). Il quarto gol di Destro, che in precedenza se ne era divorati un paio a centro area: rinvio di Stekelenburg, Florenzi in profondità, Destro con il tocco sotto. Tre passaggi e gol: Zeman sarà stato contento. Previsti cambi nella ripresa, già uno c’è stato: fuori un Lamela che aveva subito qualche colpo di troppo e aveva iniziato a reagire (giallo per gomito alto sull’avversario), dentro il giovane brasiliano Lucca che ha mostrato qualche lampo di speranza futura, pur nel deserto tecnico avversario.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori