As Roma / Febbrari via dalla Lazio: nuovo preparatore atletico dei giallorossi

- La Redazione

Il preparatore atletico bresciano, dopo aver a lungo collaborato con Edy Reja nello Spalato, nel Napoli e nella Lazio, passa dall’altra parte del Tevere per aiutare la squadra Rudi Garcia 

abbraccio_roma
(INFOPHOTO)

I tifosi dell’Aquila della Lazio non saranno felicissimi di vedere un loro uomo nelle mani dell’eterna rivale Roma: dopo aver militato fedelmente a lungo nello staff di Edy Reja, con il quale ha lavorato nell’Hajduk Spalato, nel Napoli e infine – dal 2010 al 2012 – anche alla Lazio, Luigi Febbrari è passato “dall’altra parte” del Tevere. Secondo il contratto appena firmato, infatti, sarà per un anno il nuovo preparatore atletico dei giallorossi allenati ora dal francese Rudi Garcia, supportato dal professor Ferrari, mentre è ormai certo che Luca Franceschi e Francesco Chinnici si occuperanno degli infortunati e Nanni dei portieri e rimane in dubbio il ruolo di Aurelio Andreazzoli, che rimarrà comunque nello staff. Febbrari, che ha 62 anni ed è nativo di Brescia, noto preparatore atletico e sostenitore dell’allenamento d’avanguardia incentrato sulla palla, è passato per il Chievo e il club della sua città, e sembra si sia già confrontato con la dirigenza della Roma sulle tecniche e metodologie da mettere in pratica durante la prossima stagione. La scelta è ricaduta su di lui dopo che l’allenatore Rudi Garcia aveva ricevuto un rifiuto dal preparatore Gregory Dupont, che non aveva accettato di seguirlo dal Lille per motivi personali, e dopo che anche Paolo Bertelli aveva declinato l’offerta perché ancora legato alla Juventus. Nella capitale la rivalità fra le due squadre è fortissima, e anche il passaggio da una parte all’altra di un preparatore atletico è destinata a fare rumore, anche se di certo non si può paragonare all’affetto che avrebbe il passaggio di un calciatore. Per la Roma si tratta di una piccola “vendetta” dopo la sconfitta nel derby della finale di Coppa Italia, una ferita che per il mondo giallorosso non si è ancora rimarginata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori