TRENTINO CUP/ Basket, tre vittorie per l’Italia. Pianigiani: sono soddisfatto, i nuovi si sono inseriti subito

- La Redazione

Tre gare e tre vittorie per l’Italia del basket di Pianigiani: Germania, Olanda e Belgio sconfitti dagli azzurri, ecco qui tutte le novità sul Basket Trentino Cup. 

Datome_palla_R400
Datome (Immagine d'archivio)

Tre gare, tre vittorie per l’Italia di basket al Torneo Trentino Cup Basket: non può che essere entusiasta Simone Pianigiani, che sta iniziando a far ingranare una squadra in cui “vecchi” e le new entries dovevano ancora finire di amalgamarsi per bene. La prima sfida, contro la Germania, finisce con un risultato schiacciante per 91-59 e l’Italia fa gruppo fin dal principio, rimpiazzando le mancanze in centimetri nel confronto con i giocatori tedeschi, con uno strabiliante Davide Pascolo che va a segno con 17 punti. La seconda gara, disputata l’11 luglio contro l’Olanda, vede l’Italia ancora protagonista in una vittoria per 74-58. Qui specialmente vediamo un bell’amalgamarsi dei più giovani come Achille Polonara, Riccardo Cervi, Amedeo Della Valle (recentemente rientrato nella Penisola dopo l’avventura americana con Ohio State) e Andrea De Nicolao, insieme a tutti i veterani che già conoscevamo. Dopo un inizio stentato, è Andrea Cianciarini che dona grinta ad un’Italia in seguito viene trascinata da talenti come Gigi Datome, reduce dalla prima annata in NBA (deludente, anche se certamente non del tutto per colpa sua) e Pietro Aradori, già protagonisti dell’Europeo della scorsa estate. Ultima delle tre gare, quella contro il Belgio, e per gli italiani è un altra vittoria: 74-68, con Datome e Aradori in doppia cifra (12 a testa) e un buon contributo anche da parte di Giuseppe Poeta (7 con 2/3 al tiro) e Riccardo Moraschini. Pianigiani si dice estremamente soddisfatto dei suoi ragazzi, che sono cresciuti moltissimo – dice – e che hanno fatto bene anche contro un Belgio “molto più pronto di noi. Dobbiamo sempre essere più atletici degli avversari per colmare la differenza di centimetri. I nuovi sono andati bene in blocco e li vedo già dentro l’idea di gruppo, uno degli obiettivi primari è consolidare la nostra identià che sarà il modo migliore per inserire i tre di Milano”. Questa Italia infatti si avvarrà anche della presenza dei freschi campioni d’Italia: Alessandro Gentile, Daniel Hackett (assente agli Europei dello scorso anno) e Niccolò Melli si aggregheranno infatti il prossimo 18 luglio e insieme agli altri prenderanno parte alle qualificazioni a Euro 2015. Appuntamento da non fallire per rilanciare il basket di casa nostra.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori