FORMULA 1/ Gran Premio d’Australia, Larini: Red Bull superiore nelle prove, ma la Ferrari è andata bene (esclusiva)

NICOLA LARINI commenta le prove libere del Gran Premio d’Australia di Formula 1 che si sono disputate a Melbourne: dominio Red Bull, bene la ferrari, male la McLaren

15.03.2013 - int. Nicola Larini
vettel_alonso_interlagos
Sebastian Vettel e Fernando Alonso a Interlagos, ma stavolta sono altri i protagonisti (Infophoto)

Sebastian Vettel vuole essere ancora il signore della Formula 1, e le premesse sembrano confortanti per lui e la Red Bull, che hanno dominato le prove libere del Gran Premio d’Australia a Melbourne. Nella sessione mattutina il pilota tedesco ha girato più veloce di tutti, davanti alle due Ferrari di Massa ed Alonso che hanno dimostrato la loro competitività. Nella seconda sessione il dominio è stato completo, perché in seconda posizione dietro a Vettel si è piazzato Webber. Più indietro le Ferrari, mentre si è messo in evidenza Nico Rosberg (ma la Mercedes ha avuto problemi di affidabilità). In grossa difficoltà la McLaren. Bisognerà comunque aspettare le prove ufficiali per dare un giudizio definitivo sulle possibilità delle varie macchine in vista del Gran Premio di domenica. Per commentare queste prove libere del Gran Premio d’Australia abbiamo sentito Nicola Larini. Eccolo in questa intervista per IlSussidiario.net.

Red Bull ancora prima in queste prove libere, sarà ancora la squadra da battere? Direi di sì, a vedere queste prove libere si capisce che è proprio la squadra da battere, la più forte. La scorsa stagione erano partiti in sordina, ora hanno già messo le cose in chiaro. Sono i migliori e intendono farlo valere sul campo.
Dunque anche Sebastian Vettel è il pilota favorito per il titolo mondiale? E’ così, visto che in passato era riuscito ad andare forte anche quando la macchina non era al massimo. Adesso che la vettura sta dimostrandosi insuperabile è lui il favorito d’obbligo.
Un giudizio sulle Ferrari? Sono andate bene col secondo e il terzo posto al mattino. Nel pomeriggio sono arrivate seste e ottave, ma spesso queste prove non sono molto attendibili per la gara, si cerca di provare la macchina affinché sia nelle migliori condizioni durante il Gran Premio.
Massa è andato bene… Sì, Massa è andato sicuramente bene, soprattutto nella sessione mattutina. Il suo problema però è quello di essere costante, trovare continuità.
Cosa manca ancora alla squadra di Maranello per colmare il gap con la Red Bull? Un progettista come Adrian Newey, che sta facendo la fortuna della Red Bull. Il suo genio e il suo talento stanno veramente consentendo a questa macchina di andare fortissimo…

La McLaren appare in difficoltà: cosa ne pensa?

La scuderia inglese ha due piloti di non eccelso valore. Alla fine potrebbe dunque pagare la partenza di Hamilton verso la Mercedes.

I tempi sono già affidabili o bisognerà aspettare le prove ufficiali? Sono tempi che rispecchiano in parte i valori, come il dominio della Red Bull, anche se poi come al solito bisognerà aspettare le prove ufficiali.
Il circuito del Gran Premio d’Australia chi potrebbe favorire? Credo che sin da questo Gran Premio si confermeranno le previsioni della vigilia. Questo circuito è molto bello, un circuito cittadino dove io ottenni un sesto posto nel 1997. La Red Bull dovrebbe vincere, imporre la sua superiorità tecnica. In questo momento è troppo forte rispetto alle altre macchine.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori