Formula 1 / Raikkonen, la Lotus “non farà follie” per tenerlo: Ferrari sempre più vicina

- La Redazione

La Lotus “non farà follie” per trattenere Kimi Raikkonen: ecco tutti gli indizi che portano a credere nel grande ritorno in Ferrari del pilota finlandese, al fianco di Fernando Alonso

raikkonen_primopiano
Kimi Raikkonen (Infophoto)

Crescono sempre più le possibilità di vedere Kimi Raikkonen di nuovo in Ferrari a partire dalla prossima stagione di Formula 1. Dalla Lotus filtrano infatti indiscrezioni secondo le quali l’attuale scuderia del pilota finlandese non farà follie per trattenerlo. Insomma, alla ex Renault farebbe piacere continuare a lavorare con l’uomo che sta portando la loro monoposto ai massimi livelli, ma la situazione economica non eccezionale del team non consentirà di rispondere in modo adeguato se un altro top team dovesse avanzare offerte importanti, tanto che il team principal Eric Boullier si è già esposto parlando di Romain Grosjean come del “campione del futuro” facendo capire che potrebbe diventare la prima guida del team. Siccome la Red Bull si sistemerà con Daniel Ricciardo al fianco di Sebastian Vettel, la Mercedes ha già una coppia di altissimo livello e la McLaren è in crisi nera, ecco che tutte le strade portano a Maranello, dove tra l’altro non ci sarebbe nessun problema per trovargli un posto visto che il contratto di Felipe Massa è in scadenza e risulta molto difficile pensare che possa essere nuovamente rinnovato dopo un’altra stagione anonima da parte del brasiliano. A questo si aggiunga che Raikkonen, pur grato alla Lotus per averlo riportato in Formula 1 e con ottimi risultati, vorrebbe tornare a lottare per il titolo iridato, prospettiva che sembra troppo alta per la sua attuale squadra. Il suo grande ritorno, con 27 gare consecutive a punti, ha senza dubbio convinto la Ferrari, e inoltre la rottura di fine 2009 sembra non avere lasciato strascichi né da parte della scuderia né da quella del pilota, che ha conservato un buon rapporto con Stefano Domenicali. A questo punto l’unico ostacolo potrebbe essere rappresentato da Fernando Alonso, anche in considerazione del fatto che raramente la Ferrari ha tenuto due galli nello stesso pollaio: tuttavia, dopo le recenti polemiche tra lo spagnolo e il presidente Luca di Montezemolo qualcosa sembra essere cambiato, e la dirigenza della Rossa sembra essersi convinta che un “Dream Team” sarebbe la soluzione migliore per porre finalmente fine all’era Vettel. Inoltre, anche se questo è attualmente uno scenario da fantascienza, se la crepa nel rapporto Alonso-Ferrari dovesse diventare una voragine, ecco che Maranello avrebbe la certezza di avere almeno un top driver per l’anno prossimo. Da parte sua, Raikkonen non avrebbe avuto problemi ad andare in Red Bull al fianco di Vettel, quindi non lo frenerà neppure l’idea di avere Fernando come compagno di squadra. Anzi, in Inghilterra qualcuno ipotizza che il nuovo contratto sia già stato firmato: per l’annuncio ufficiale, tuttavia, probabilmente bisognerà aspettare Monza. (Mauro Mantegazza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori