Formula 1/ Alonso (Ferrari): scemi? No, ho detto geni. Grazie Massa per la scia (Monza 2013, Gran Premio d’Italia)

- La Redazione

Fanno discutere le parole di Fernando Alonso al termine delle qualifiche del Gran Premio d’Italia 2013 a Monza: cosa ha detto in radio al team Ferrari? Domani partirà dietro a Felipe Massa

massa_alonso_boh
Felipe Massa e Fernando Alonso (Infophoto)

In casa Ferrari dopo le qualifiche di Monza tiene banco il caso Fernando Alonso. In effetti i risultati sono stati migliori del solito, ma il quarto posto del brasiliano Felipe Massa davanti allo spagnolo in prove ufficiali segnate dall’uso delle scie desta sorpresa e (forse) indispettisce il capitano designato. Infatti al termine del suo giro lanciato Alonso ha parlato via radio con il team, e non si capisce bene se dice “scemi” o “geni”. Diciamolo onestamente: l’audio sembra abbastanza chiaro nel senso dell’epiteto meno lusinghiero, anche se Fernando in conferenza stampa frena le polemiche. “Ho detto geni, non scemi. Abbiamo cercato di sfruttare le scie per avere un aiuto – sostiene Fernando – , ma fra me e Felipe c’era Ricciardo di mezzo che poi mi ha fatto passare. Felipe mi ha aspettato e lo ringrazio perché così un decimo l’ho raccolto. Siamo andati bene o comunque meglio delle altre volte. Siamo stati sempre competitivi, sempre con i migliori, un po’ come a Spa, ma qui siamo quarti e quinti e questo ci fa ben sperare per la gara. Hulkenberg è stata una sorpresa, si vede che ha fatto un gran giro. Speriamo di sorpassarlo il prima possibile per non fare andare via le Red Bull”. La preoccupazione naturalmente è questa, visto che ad occupare la prima fila ci sono proprio Sebastian Vettel e Mark Webber (clicca qui per la cronaca delle qualifiche e la griglia di partenza). Questo fatto logicamente non ha fatto molto piacere nemmeno al presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, che ha commentato così le qualifiche di Monza: “Sono state delle qualifiche strane. Domani c’è un vantaggio, siamo vicino alle due Red Bull e possiamo fare una gara di pressione. Speravo, però di essere davanti a loro e non dietro: potevamo ambire alla prima fila. Raikkonen? Ho tante occasioni per salutarlo, noi volevamo venire qui concentrati sulle cose da fare, poi in questa settimana affronteremo la questione piloti. Spero che in gara Massa possa dare fastidio alla Red Bull e togliere dei punti L’obiettivo per noi, in corsa, è di arrivare davanti a Vettel, altrimenti è una sconfitta. Domani, con il fatto che abbiamo solo Hulkenberg davanti si potrà fare una gara in questa direzione. In una buona famiglia ogni tanto è bene tirare un po’ le orecchie: Fernando è un bravo pilota, ha avuto ragione ad essere dispiaciuto in certe occasioni, ma in gara mi aspetto sia lui che Massa con il coltello tra i denti. Non ho sentito il messaggio radio, ne sapete di più voi. Comunque non mi interessa”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori