INTER/ Vice Mourinho: giocatori spremuti? Non sono mica arance…

Il responsabile atletico del gruppo del portoghese tenta di spiegare le possibili cause delle serie di infortuni che hanno colpito i nerazzurri

28.11.2010 - La Redazione
milito_disperato_R375x255_07mar10
Milito ancora in dubbio la sua presenza (Foto Ansa)

Le polemiche sul caos infortuni sono arrivate fino a Madrid. Il Real sta preparando la sfida che lo vedrà domani protagonista contro il Barcellona nell’incontro più storico e importante di tutta la Liga.  E arrivano oggi quasi inespettate le dichiarazioni d Rui Faria, responsabile nello staff di Mourinho della preparazione atletica, ieri alla Pinetina oggi in Spagna, che parlando alla Gazzetta dello Sport ha risposto ad alcune accuse che sono state fatte sui metodi di lavoro della passata stagione. «Inter spremuta?Ma i giocatori non sono mica arance che si spremono. Sono uomini con obiettivi, abitudini e soprattutto empatia. Vincere non spreme ma carica, oltre a creare affetto eterno. Vincere prepara a rivincere. L`ultima stagione ha portato tituli e autostima».

Faria cerca di spiegare cosa starebbe succedendo in casa nerazzurra. «Non sono all’Inter e non so. Ma, da un punto di vista scientifico, la causa principale di questi infortuni può essere la preparazione. Perché è l`unica cosa cambiata rispetto all’anno scorso: giocatori, medici e calcio italiano sono gli stessi».

Frecciata dunque a Benitez e al suo staff per i metodi di lavoro. Il tecnico spagnolo alla fine della gara vinta contro il Parma ha voluto rispondergli. «Mi hanno riferito che ha detto qualcosa – ha detto lo spagnolo – ma io sono un professionista con etica professionale, non parlo di altre squadre e di altri staff se non conosco la loro realtà. Non sapevo – ha concluso con un sorriso – che Rui Faria lavorasse al Grande Fratello…».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori