CALCIOMERCATO/ Inter, fra Farfan e i nerazzurri manca solo il sì di Moratti

- La Redazione

L’esterno d’attacco dello Schalke 04 e della nazionale peruviana è ad un passo dal trasferimento all’Inter. Perché l’operazione si concluda manca solo il si di Moratti

farfan_R400_6apr11
Farfan (Ansa)

CALCIOMERCATO – Il primo colpo dell’Inter del calciomercato di riparazione 2012 potrebbe essere l’esterno dello Schalke 04 e della nazionale peruviana Jefferson Farfan. Secondo le ultime indiscrezioni circolanti pare infatti che, perché l’operazione venga ufficializzat,a mancherebbe soltanto il sì finale del numero uno di corso Vittorio Emanuele Massimo Moratti. Il presidente degli ex campioni del mondo prenderà una decisione definitiva a breve, molto probabilmente, durante il vertice di mercato in programma in casa Inter ad inizio gennaio, poco prima dell’apertura ufficiale delle liste. In attesa di una chiamata positiva dall’Italia il giocatore sta mettendo in atto la strategia più classica per il cambio di casacca: rompere con lo Schalke 04. Farfan ha di fatto “rotto in grande” rifiutando il rinnovo del contratto offertogli dalla società di Gelsenkirchen a ben 3 milioni di euro netti a stagione. Il club ha deciso di accantonare definitivamente l’idea dopo l’ennesimo rifiuto e si è fiondato su Chinedu Obasi, attaccante nigeriano in forza all’Hoffenheim, reduce da 13 gol in 65 match nella Bundesliga tedesca, giocatore che vestirà la casacca dello Schalke con la formula del prestito con diritto di riscatto. L’operazione Farfan, se verrà portata a termine, sarà ottima dal punto di vista qualità-prezzo. Il sudamericano è infatti in scadenza di contratto e i nerazzurri potranno rispondere con un grande colpo al Tevez del Milan e al Borriello della Juventus, entrambe operazioni low cost trattandosi di prestiti con diritto di riscatto. Emergono anche i dettagli economici relativi al probabile contratto che Farfan dovrebbe firmare. Tramite un intermediario il giocatore ha richiesto un bel triennale da 3 milioni e mezzo di euro, più di quanto offertogli dallo Schalke, con annessa buona entrata, pratica in uso all’estero, chiesta pure a suo tempo da Eto’o. L’ingaggio pare trattabile dai vertici di Palazzo Saras, magari spalmandolo su quattro annualità, tenendo conto dell’età ancora giovane del ragazzo (27 anni), mentre un no secco è stato opposto all’ultima richiesta. Farfan rappresenta il prototipo ideale di giocatore richiesto da Claudio Ranieri, che soltanto pochi giorni fa, in conferenza stampa, chiamò calciatori dinamici, di corsa, velocità, dribbling, che possano dare imprevedibilità ad un attacco, quello nerazzurro, fin qui spento e a corto di idee.

Con Farfan, inoltre, Ranieri potrebbe utilizzare al meglio il 4-2-3-1, marchio del Triplete. Inutile sottolineare che l’arrivo del peruviano a Milano aprirebbe all’addio di Zarate.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori