CALCIOMERCATO/ Inter, Eto’o all’Anzhi, accordo raggiunto per 27 milioni di euro

Dopo due settimane di incontri fittissimi si è sbloccata la trattativa che porterà Samuel Eto’o nella Russian Premier League. Conto alla rovescia per l’annuncio

23.08.2011 - La Redazione
etoo_milito_R375x255_23ago09
Eto'o sarà in campo mercoledì sera (Foto Ansa)

Ormai lo si può dire: Samuel Eto’o è un giocatore dell’Anzhi. L’accordo dopo giorni di trattative serratissime è stato trovato pochi minuti fa nell’ultimo decisivo incontro svoltosi negli uffici di Rinaldo Ghelfi, vicepresidente dell’Inter e “ministro delle finanze” nerazzurro. Presenti la delegazione dell’Anzhi, i due uomini mercato nerazzurri (il direttore tecnico Marco Branca e il diesse Piero Ausilio), il procuratore del giocatore, Vigorelli e il mediatore della trattativa, l’agente Fifa Peppino Tirri. Samuel Eto’o sarà il giocatore più pagato della storia del calcio, con un compenso annuale che supera i 20 milioni di euro. Il giocatore firma un triennale con vari benefit, dalla ormai famosa villa da 900 metri quadrati in centro a Mosca ai viaggi aerei per spostarsi tra la capitale e il Daghestan, dove ha sede l’Anzhi, un posto non proprio raccomandabile per vivere con la famiglia. L’ultimo vertice, al contrario di quelli precedenti è durato poco, solo una mezz’ora e attorno alle 17,30 è arrivato l’accordo. “Abbiamo scelto Eto’o perché è un giocatore fantastico. Adesso ci sono solo delle piccole formalità, che saranno risolte domani. Ma abbiamo concluso la trattativa, e tra 45′ ci sarà un comunicato ufficiale”, ha spiegato German Tkachenko, uomo mercato dei russi. Domani sono previste le visite mediche a cui il campione camerunense si sottoporrà nella clinica Villa Stuart a Roma, visite che tra l’altro erano già state fissate nelle scorse ore, segnale che per la fatidica fumata bianca era solo questione di tempo. Eto’o lascia così i nerazzurri senza particolari rimpianti dopo due anni in cui le sue prestazioni sono state fondamentali per aiutare l’Inter a vincere tutto quello che c’era da vincere. Il suo futuro sarà nella Russian Premier League, campionato in grande crescita. Il trasferimento di Eto’o in un campionato minore crea un interessante precedente: mai uno dei giocatori più forti del mondo, ancora al top della forma, aveva lasciato il “calcio che conta”.

È l’unico calciatore ad aver vinto il triplete per due volte consecutive, avendo vinto campionato, coppa nazionale e Champions League con il Barcellona nella stagione 2008-2009 e con l’Inter nella stagione 2009-2010. Adesso ritenterà l’impresa con l’Anzhi. Buona fortuna Eto’o.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori