CALCIOMERCATO/ Inter, prima Forlan poi Palacio

Da diversi giorni era nell’aria e c’erano davvero pochi dubbi sul buon esito della trattativa, ma ora si può dire che manca davvero solo l’ufficialità: Forlan sarà un giocatore dell’Inter.

27.08.2011 - La Redazione
diego_forlan_R400
Diego Forlan (foto ANSA)

Da diversi giorni era nell’aria e c’erano davvero pochi dubbi sul buon esito della trattativa, ma ora si può dire che manca davvero soltanto l’ufficialità: Forlan sarà un giocatore dell’Inter probabilmente già dalle prossime ore. La conferma, se non definitiva poco ci manca, arriva da Gregorio Manzano, tecnico dell’Atletico Madrid che a margine della conferenza stampa della vigilia del match contro l’Osasuna ha confermato l’imminente cessione del Cacha. L’attaccante uruguaiano, miglior giocatore del mondiale 2010 arriverà dunque all’ombra della madonnina e dovrà adempiere all’arduo compito di non far rimpiangere Samuel Eto’o finito all’Anzhi. Lo stesso Manzano è infatti stato molto chiaro, spiegando che la mancata convocazione di Forlan per il primo incontro del campionato è dovuta alle trattative, attualmente in corso, con la società nerazzurra che spera già nella giornata di oggi di poter dare l’annuncio ufficiale. Il problema che ha infatti rimandato la conclusione delle trattative non è tanto dell’Inter, che con il capitano della nazionale albiceleste ha già definito tutti i dettagli, quanto dell’Atletico Madrid che sta ancora lavorando con l’entourage del giocatore per raggiungere un accordo sulla buonuscita richiesta dalla punta alla società dei colchoneros. Si tratta però soltanto di un intoppo momentaneo dal momento che la stessa società spagnola ha tutto l’interesse di privarsi dell’attaccante visto l’arrivo nella capitale di Radamael Falcao, vero e proprio colpo da 90 dell’ultimo calciomercato biancorosso. Concretizzata quest’operazione i nerazzurri definiranno poi l’affare Poli prima di orientarsi con tutte le forze alla ricerca dell’esterno offensivo da regalare al tecnico Gasperini per il suo tridente. Il primo obiettivo resta Rodrigo Palacio, pupillo del tecnico di Grugliasco che lo ha già allenato al Genoa. La trattativa è tutt’altro che facile dal momento che l’allenatore dei grifoni Malesani non ci sente da quell’orecchio, e così come per Kucka, non prende neanche in considerazione l’ipotesi di una cessione del giocatore; tuttavia la società nerazzurra ha in programma un incontro con il procuratore dell’ex Boca Juniors per sondare i margini di manovra che resteranno aperti sino al 31 agosto termine ultimo di questo calciomercato.  

Qualora per l’attaccante del Genoa non ci fossero spiragli la società di Moratti ha già pronta l’alternativa, si tratta di un altro argentino, quel Maurito Zarate ormai in rotta con Edy Reja, tecnico della Lazio, e già con le valigie pronte per abbandonare la capitale alla prima occasione utile. L’ostacolo potrebbero essere le richieste di Lotito che difficilmente accetterà l’opzione del prestito con diritto di riscatto, idea balenata in queste ore negli uffici di Corso Vittorio Emanuele.  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori