CALCIOMERCATO/ Inter, ag. Icardi: Mauro in rotta con la Sampdoria, i nerazzurri lo vogliono (esclusiva)

- int. Abian Morano

In esclusiva per ilsussidiario.net il procuratore di Mauro Icardi, ABIAN MORANO, spiega perchè il suo assistito vuole lasciare la Sampdoria. L’Inter è interessata all’attaccante argentino.

Icardi_gol
Mauro Icardi, attaccante argentino della Sampdoria (infophoto)

L’Inter su Mauro Icardi? Sono queste le ultime voci di mercato che scuotono la fine 2012 della Sampdoria. La serie A è in vacanza: quando si riprenderà sarà un nuovo anno e le 20 squadre ripartiranno alla caccia dei loro obiettivi. Per i nerazzzurri si tratta di restare agganciati al treno Champions League: nella prima parte di stagione la squadra di Stramaccioni ha infilato una serie di vittorie consecutive che, sfociate nell’impresa dello Juventus Stadium, avevano portato l’Inter a un solo punto dalla vetta. Da lì sono iniziati i propositi di scudetto, ma evidentemente il calo di tensione derivato dai tre punti d’autore hanno giocato un bello scherzetto ai meneghini, che nelle successive sette partite hanno infilato appena otto punti e si sono allontanati dalla Juventus, rimanendo però al terzo posto condiviso ora con la Fiorentina. Insomma: nel tricolore ci si può credere, ma bisogna fare un passo alla volta avendo ben chiaro che se alla fine della stagione il campionato non arriverà non sarà certo un fallimento. A gennaio qualcosa si farà: si è parlato tanto del vice Milito ma ancora la dirigenza non ha individuato l’uomo giusto. L’ultima idea si chiama Mauro Icardi: l’attaccante argentino 19enne è cresciuto a Rosario, la stessa città di Messi. I due si conoscono bene, la Pulce poi è diventato il calciatore più forte al mondo mentre Icardi, passato per tre stagioni dalle giovanili del Barcellona, è finito alla Sampdoria dove ha completato il processo di maturazione e lo scorso anno ha esordito in prima squadra, contribuendo alla promozione in serie A. In questa stagione, complici gli infortuni di Maxi Lopez e Pozzi, Icardi ha trovato molto spazio con Ciro Ferrara, trasformandosi in eroe per tutti i tifosi blucerchiati quando ha realizzato uno dei tre gol con cui la Sampdoria ha battuto il Genoa. Ora però le cose sono cambiate: la scorsa settimana Ferrara ha lasciato il posto di allenatore a Delio Rossi; la gestione tecnica è cambiata e a Icardi è stato negato il permesso di partecipare al torneo Sudamericano Under 20, cosa che invece gli era stata promessa. Da qui le tensioni con il club doriano e la volontà del giocatore di cambiare aria. A tal proposito ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva il suo procuratore Abian Morano, che ha confermato il fatto e ci ha spiegato di più: “La Sampdoria ha appena cambiato la sua organizzazione tecnica, e il nuovo staff ha ritenuto che perdere Icardi per un certo periodo fosse inaccettabile visti gli altri giocatori fermi per infortunio”, ha spiegato Morano. “Il nuovo direttore sportivo Carlo Osti ha deciso di revocare l’autorizzazione che aveva firmato Pasquale Sensibile, nella quale si dava il permesso a Mauro di partecipare al Sudamcericano Under 20″. Il problema, dal punto di vista dell’Argentina, sta chiaramente nella tempistica, come ben ci dice l’agente di Icardi: “La AFA aveva un’autorizzazione in mano dallo scorso 27 novembre; questa mattina ha ricevuto il rifiuto da parte della Sampdoria a lasciar partire Icardi, che avrebbe dovuto raggiungere la sua nazionale dopo la partita contro la Lazio. La Federazione Argentina ha dunque chiesto spiegazioni e l’invio di tutte le pratiche burocratiche relative”. A questo punto il futuro di Icardi a Genova è tutt’altro che definito, anzi: “Il fatto è avvenuto in un momento in cui la gestione precedente del club stava trattando il rinnovo di Icardi”, spiega Morano; ora la vicenda ha fatto drizzare le orecchie ad alcuni club: 

“C’è l’interesse di alcune squadre spagnole e soprattutto dell’Inter, che si è fatta viva negli ultimi giorni per quello che è un eccellente giovane attaccante di serie A. Io e Mauro ci siamo trasferiti con entusiasmo alla Sampdoria, ma adesso c’è solo dispiacere e indignazione”. Parole forti da parte del procuratore, che chiude senza lasciare spazio all’immaginazione: “Quello che è accaduto apre le porte per la partenza di Mauro: poichè la Sampdoria non ha rispettato l’accordo, venendo meno al desiderio del giocatore di partecipare al Sudamericano, non ci sentiamo più apprezzati e rispettati”. E’ ovviamente difficile pensare che, dette queste parole, il rapporto tra la Sampdoria e Icardi si possa ricucire; sarebbe un peccato per i doriani, perchè il giocatore ha già mostrato di valere la serie A e su di lui si sarebbe potuto costruire il futuro. Ora la palla passa alle società che hanno espresso interesse: per l’Inter Icardi sarebbe un giocatore valido e che continuerebbe il processo di ringiovanimento della rosa voluto da Stramaccioni. Il prossimo mese, di ritorno dalle vacanze di Natale, probabilmente qualcosa si sbloccherà.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori