CALCIOMERCATO/ Inter, Paulinho? Serve un regista vero: da Clasie a Lodi ecco gli specialisti

Le voci di calciomercato continuano ad indicare nel brasiliano Paulinho il prossimo obiettivo dell’Inter, che però a ben vedere dovrebbe risolvere un altro problema, sempre a centrocampo…

08.12.2012 - La Redazione
lodi_catania_tiroR400
Francessco Lodi (Infophoto)

Gennaio è dietro l’angolo, le grandi squadre si preparano a fare la spesa durante il calciomercato invernale. Anche l’Inter sembra decisa ad intervenire sul calciomercato, alla luce dei recenti sviluppi del caso Sneijder, che a questo punto potrebbe sempre più sfociare in una cessione. Gli operatori di calciomercato nerazzurri insistono per Paulinho, centrocampista brasiliano di 24 anni impegnato in questo momento nel Mondiale per Club con il Corinthians. Un giocatore che potrebbe fare bene al centrocampo dell’Inter, avendo qualità importanti. La società milanese cercherà di arrivare prima del Psg per il “volante” brasiliano, che può giocare da centrale di centrocampo ma anche in posizione più offensiva. Paulinho però non è un regista, e all’Inter serve un giocatore che possa ricoprire quel ruolo. E’ lampante la mancanza di un vero costruttore di gioco, lo si è visto anche nel match di serie A contro il Palermo, dove Ranocchia è stato uno dei pochi a impostare l’azione. Nella rosa di Stramaccioni c’è il solo Stankovic capace di giocare da regista vero, ma il serbo è sempre alle prese con problemi fisici e non è più giovanissimo. L’esperimento Guarin è durato pochissimo, il colombiano è più un centrocampista abile negli inserimenti, i dirigenti dell’Inter devono cercare di arrivare a un giocatore con queste caratteristiche. Non a caso nel mirino c’è anche Francesco Lodi, mente centralizzata del Catania, che da tempo piace alla società nerazzurra. Difficile però arrivare al calciatore che ha da poco rinnovato il contratto fino al 2016 con il club etneo. A livello europeo l’Inter segue molto da vicino il turco del Real Madrid, Nuri Sahin, che è al Liverpool in prestito ma non sta convincendo soprattutto a causa dei tanti problemi fisici che lo stanno penalizzando. In Olanda gioca l’erede di Xavi, ovvero Jordi Clasie, centrocampista del Feyenoord, classe ’91, che da tutti viene visto come un regista dal futuro assicurato. Il tecnico Stramaccioni chiede un giocatore in grado di dettare il tempo, Cambiasso è più un giocatore “schermo” davanti alla difesa, predatore di tutti i palloni persi e bravo ad inserirsi di corsa, ma meno a costruire l’azione. Per migliorare e lottare a grandi livelli l’Inter dovrà risolvere il problema del regista, che nell’Inter di Mourinho…

Era Thiago Motta. Il centrocampista brasiliano fino allo scorso anno era all’Inter ma a gennaio fu ceduto al Psg tra le polemiche del tecnico Ranieri. In estate i nerazzurri hanno cercato in tutti i modi di arrivare a Marco Verratti, attuale gioiello del Psg. Ora urge trovare una soluzione, perchè se abbondano gli incursori ma manca chi li coordina e lancia si rischia di non andar lontano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori