CALCIOMERCATO/ Inter, mistero Guarin: si allungano i tempi di recupero!

Si infittisce il mistero legato alle condizioni fisiche di Fredy Guarin. Il centrocampista colombiano potrebbe tornare in campo soltanto a metà marzo, dopo un lungo stop

12.02.2012 - La Redazione
Guarin
Guarin (infophoto)

CALCIOMERCATO – Continua il giallo in casa Inter legato all’arrivo di Fredy Guarin. Per chi non lo sapesse, durante le rituali visite mediche pre-contratto di fine gennaio, al nazionale colombiano è stata diagnostica una lesione muscolare al polpaccio guarita non in maniera adeguata. Inizialmente si erano stimati i tempi di recupero in circa un mese e per fine febbraio l’ex Porto sarebbe dovuto tornare in campo. Il quadro clinico sembra però essere peggiorato e lo si capisce chiaramente dalle parole rilasciate ieri dall’allenatore nerazzurro Claudio Ranieri, nella conferenza stampa pre-match: «Le cure mediche stanno facendo effetto – dice il tecnico dell’Inter -. Avevo paura di aspettare tantissimo, forse tra un 15 giorni posso averlo gradatamente con la squadra: considerando che appena lo vidi credevo di non averlo per tanto tempo…». Guarin potrebbe quindi tornare in campo indicativamente per marzo, resta da capire però per quale gara. Il 9 marzo c’è la sfida di campionato col Chievo, o il 13 marzo, ritorno di Champions League contro l’Olympique Marsiglia (che però Guarin non può giocare). Sembrerebbe invece un mezzo miracolo l’appuntamento del 4 marzo prossimo, la sfida di Serie A col Catania. Una situazione che sicuramente non piace a nessuno all’interno dell’ambiente nerazzurro, Ranieri in primis. L’allenatore testaccino si è visto soffiare sotto al naso l’italo-brasiliano Thiago Motta e in cambio ne sono arrivati due, Angelo Palombo e appunto Guarin. Peccato però che quest’ultimo, il vero sostituto dell’ex Genoa, sia stato acquistato in particolare proprio per sostituire Thiago Motta, ma dalle informazioni che giungono dall’infermeria sembrerà appunto difficile vedere all’opera il sudamericano, per lo meno, non prima di tre settimane/un mese. Una situazione, quella dell’infortunio del giocatore, aggravata dal fatto che lo stesso non gioca un match ufficiale ormai da mesi e precisamente da metà novembre. Si diffonde quindi il sospetto che la Juventus, anch’essa sul giocatore prima di assicurarsi Caceres, fosse a conoscenza della situazione e abbia rifilato la patata bollente agli “amici” di Milano, sponda nerazzurra. Intanto Ranieri spera di recuperare almeno Walter Samuel. Lo stiramento al quadricipite della gamba sinistra non è grave e The Wall potrebbe tornare in campo già per la sfida col Bologna.

La sensazione è che l’argentino possa essere tenuto in naftalina, evitando rischi eccessivi, almeno fino alla trasferta di Champions League del prossimo 22 febbraio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori