CALCIOMERCATO/ Inter, da Pazzini a Zarate, la rivoluzione di Moratti parte dall’attacco

- La Redazione

Massimo Moratti dopo aver vinto tanto negli ultimi dieci anni non vuole ritornare ai primi tempi della sua gestione quando spendeva tanto e non vinceva mai. Rivoluzione in attacco…

moratti_interR400
Massimo Moratti (Infophoto)

Massimo Moratti dopo aver vinto tanto negli ultimi dieci anni non vuole ritornare ai primi tempi della sua gestione quando spendeva tanto e non vinceva mai. La stagione appena conclusa è stata maledetta per l’Inter che ha cambiato due allenatori, il terzo sembra essere quello giusto. Si perchè Andrea Stramaccioni, giovane tecnico romano arrivato dalla Primavera, ha portato una ventata di freschezza in tutti i sensi. Ad Appiano Gentile hanno capito le qualità del giovane Stramaccioni e lo hanno confermato per la prossima stagione. Ora il calciomercato dell’Inter dovrà a tutti i costi rinforzare la rosa secondo la volontà del tecnico che ha le idee molto chiare. Anche Moratti ha le idee chiarissime soprattutto per i giocatori da mandare via. La settimana scorsa parlò di una rivoluzione all’interno della rosa in particolare per quei giocatori che non avevano meritato la conferma. L’attacco dell’Inter quest’anno meriterebbe la bocciatura in blocco tranne Diego Milito, autore di 24 gol in campionato, numeri importanti per il Principe che segna con una regolarità spaventosa. Gli altri hanno deluso e potrebbero andare via. Anzi Moratti ha deciso di fare piazza pulita. Così Giampaolo Pazzini potrebbe lasciare l’Inter a giugno. Il bomber nato a Pescia vuole assolutamente giocare di più dopo un anno passato a guardare i gol di Milito. Anche lui però non ha fatto molto di più per conquistarsi il posto da titolare. L’Inter lo vorrebbe inserire nell’affare Lavezzi ma il Napoli non sembra interessato al giocatore soprattutto perchè rischierebbe di pestarsi i piedi con Cavani. A Pazzini sono interessate alcune squadre estere come il Psg di Ancelotti, alla ricerca di un attaccante per la prossima stagione, ma anche lo Zenit di Spalletti vorrebbe aumentare la propria forza offensiva in attacco. Non solo Pazzini, anche Mauro Zarate è pronto a lasciare il club in vista della prossima stagione. L’attaccante argentino è arrivato in prestito dalla Lazio e il riscatto è fissato per 12 milioni di euro, una cifra che l’Inter non ha intenzione di pagare per il calciatore biancoceleste. L’Inter proverà a cedere anche Forlan, attaccante uruguagio autore di una stagione pessima. L’ex bomber dell’Atletico Madrid ha grandi estimatori in Brasile.

L’Inter in questo modo risparmierebbe molto sull’ingaggio soprattutto su quello di Forlan. La nuova era dei nerazzurri dovrà ripartire da giocatori con un ingaggio moderato. Per questo i nerazzurri ai giocatori in scadenza hanno offerto un rinnovo al ribasso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori