Calciomercato Inter/ News, Pezzoli (ag. FIFA): Kovacic da blindare. Astori? Meglio Rolando… (esclusiva)

Calciomercato Inter news, in esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Alessandro Pezzoli ha parlato del calciomercato nerazzurro e in particolare della situazione di Kovacic.

22.06.2014 - int. Alessandro Pezzoli
kovacic_icardi
Mateo Kovacic e Mauro Icardi (Infophoto)

Mateo Kovacic è uno dei giovani più interessante del Mondo. L’Inter lo ha strappato alla concorrenza due inverni fa a suon di milioni. Oggi il Real Madrid ha messo nel mirino il giocatore e vuole provare a strapparlo all’Inter ma non sarà certo un’impresa così facile. I nerazzurri dovranno anche capire bene la situazione di mercato per quanto riguarda la difesa: infatti Ranocchia non ha ancora rinnovato e il riscatto di Rolando non è ancora andato in porto. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Alessandro Pezzoli ha parlato del calciomercato Inter.
Mateo Kovacic piace al Real Madrid. I nerazzurri lo perderanno? Mi auguro che l’Inter capisca l’importanza di questo ragazzo. Si tratta di un talento importante, l’Inter lo dovrà blindare.
Ha faticato prima di entrare titolare nell’Inter… Fortunatamente per varie coincidenze il giovane croato è andato in campo. Come qualità è il miglior giovane della Serie A e anche d’Europa.
Si prepara una rivoluzione di calciomercato in difesa? L’Inter dovrà fare determinate scelte in difesa, a parte dal rinnovo del contratto di Rolando che ha fatto bene in questa stagione.
Si parla però di Astori… Sono convinto che Rolando sia più affidabile anche perché ha un prezzo sicuramente più basso rispetto ad Astori. Il Cagliari chiedeva tanto la scorsa estate.
Arriverà il rinnovo di Ranocchia? L’Inter ha preso Vidic e quindi sono convinto che i nerazzurri vogliano affiancare al difensore serbo il giovane italiano.
M’Vila colpo di calciomercato importante a centrocampo? E’ un bel giocatore sicuramente, un centrocampista completo che potrebbe essere un giocatore molto utile a Mazzarri. Caratterialmente però lascia a desiderare.

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori