JUVENTUS/ Del Piero “alla Pirlo”, Conte allunga la carriera del capitano bianconero?

Alessandro Del Piero è stato schierato nel ruolo di Pirlo da Antonio Conte durante il match amichevole contro il Chieri. Semplice allenamento o intuizione per il futuro?

07.10.2011 - La Redazione
delpiero_fiducioso_R400_4ott
Alessandro Del Piero (Ansa)

Molti allenatori pensano che la figura del tecnico all’interno della squadra conta molto poco. Altri invece pensano il contrario. Dove sta la verità? Non si sa ma è certo che in alcune circostanze i tecnici possono diventare elementi importanti delle vittorie delle proprie squadre con cambi fortunati o anche con giocatori spostati in un’altra posizione di campo. E’ successo a campioni come Chiellini, Zambrotta, Pirlo, Zanetti, essere spostati dalla vecchia posizione e trovare gloria in un altro ruolo del campo. Emblematico il caso di Andrea Pirlo, attuale centrocampista della Juventus, che in estate ha lasciato il Milan dopo dieci anni di grandi successi. Pirlo a inizio carriera era un giovane trequartista di belle speranze che nell’Inter non trovava spazio. Già ai tempi di Brescia Mazzone lo ha provato come regista di centrocampo, il salto definitivo il centrocampista bresciano lo ha fatto a Milano con Carlo Ancelotti. Da allora Pirlo è diventato uno dei più forti centrocampisti al mondo. Anche Zambrotta è stato dirottato da esterno d’attacco a terzino da Marcello Lippi, un’intuizione importante che ha fatto le fortune della Juventus. Ieri Antonio Conte durante il match infrasettimanale contro il Chieri ha provato Alessandro Del Piero nel ruolo di Pirlo a centrocampo. Il capitano bianconero ha risposto alla grande con una prestazione super, il fatto è avvenuto nel secondo tempo del match. Chiaro, l’avversario era sicuramente molto inferiore alla Juventus, ma l’impressione è che Del Piero in quella posizione ci starebbe bene. Ovviamente Conte non è tanto folle da togliere Pirlo per far posto al capitano della Juventus che resta sicuramente un grandissimo attaccante. Ma è chiaro che l’esperimento potrebbe essere riproposto in futuro magari in qualche amichevole più importante. Per giocare alla Pirlo da regista davanti alla difesa occorre avere tanta tecnica e visione di gioco. Del Piero, oltre a essere un autentico fuoriclasse in attacco, possiede le qualità citate in precedenza. Alla soglia dei 37 anni il capitano bianconero potrebbe anche essere protagonista in un altro ruolo. Difficile rivederlo nella Juventus in quella posizione a meno di un’emergenza totale, ma qualora Del Piero volesse giocare una o due stagioni fuori dalla Juventus il ruolo di regista potrebbe calzargli a pennello.

Non sappiamo se il tecnico bianconero Conte ha pensato a questo nuovo ruolo di Del Piero o è stato solo per la mancanza di giocatori presenti a Vinovo (mancano tutti i nazionali). Di sicuro non possiamo dire che si è trattata di un’intuizione per il futuro. Per ora…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori