CALCIOMERCATO/ Juventus, Napoli: Amauri e Melo per avere Hamsik

- La Redazione

In base alle ultime indiscrezioni raccolte dalla redazione de Ilsussidiario.net la dirigenza di corso Galileo Ferraris starebbe ad Hamsik in vista della prossima estate

hamsik_maggio_R400_4ott10
Hmsik, foto Ansa

CALCIOMERCATO JUVENTUS – La Juventus starebbe preparando un nuovo assalto a Marek Hamsik. In base alle ultime indiscrezioni di calciomercato raccolte dalla redazione de IlSussidiario.net la dirigenza di corso Galileo Ferraris starebbe individuando alcune star da assicurarsi in vista della prossima estate. Fra i vari obiettivi c’è anche il nazionale slovacco in forza al Napoli. Non è la prima volta che l’ex Brescia viene accostato alla Vecchia Signora. Non passa estate, infatti, in cui i dirigenti bianconeri non facciano un pensierino per provare ad assicurarsi il giovane trequartista.

La prossima finestra estiva sembra essere però quella giusta. A differenza di Lavezzi e Cavani, due autentici pupilli di De Laurentiis, come lo stesso patron ha più volte sottolineato, l’amore del presidente azzurro nei confronti dello slovacco sembra essere leggermente scemato in seguito ad un campionato sicuramente non all’altezza delle attese. Se proprio in quel di Napoli si dovesse fare un sacrificio, quindi, lo si farebbe per l’ex Rondinella. La Vecchia Signora, conscia del valore di circa 30 milioni di euro di Hamsik, avrebbe già preparato un’offerta ad hoc per convincere gli azzurri. Sul piatto, i cartellini di Felipe Melo e Amauri, entrambi con le valigie in mano.

Con il primo Mazzarri potrebbe risolvere i problemi a centrocampo inserendo un giocatore di sostanza e qualità, mentre con il secondo aggiungerebbe un ottimo elemento nel reparto avanzato. L’attacco è infatti indubbiamente la zona che necessita di maggiori rinforzi in particolare se si dovesse raggiungere la storica qualificazione in Champions League. Sembra difficile pensare ad un Napoli che si giochi la coppa dalle “grandi orecchie” con in squadra i vari Maresca, Lucarelli e Dumitru.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori