CALCIOMERCATO/ Juventus: è lotta a due tra Elia e Perotti. Tramonta l’ipotesi Afellay

- La Redazione

A dieci giorni dalla fine della sessione estiva di mercato in casa bianconera si cercano ancora un paio di giocatori. La fascia sinistra necessita rinforzi immediati.

Vargas_R375_5mar10
Cesena - Fiorentina 0 -0 (Ansa)

Non manca molto alla chiusura della parentesi estiva del calciomercato. Il 31 agosto è vicino e la Juventus guarda con apprensione a quella data, conscia del fatto di dover mettere a segno ancora almeno un paio di acquisti importanti. Innanzitutto si guarda alla difesa, dove Leonardo Bonucci pare destinato a lasciare la squadra bianconera per cedere alle lusinghe del club russo dello Zenit San Pietroburgo di Luciano Spalletti. Il club russo avrebbe offerto una cifra pari a 8 milioni di euro, cifra ritenuta insufficiente dalla Vecchia Signora, che spera di ottenere dalla cessione del proprio difensore almeno la cifra necessaria (12/13 milioni di euro) per dare l’assalto ad Alex del Chelsea. L’ipotesi di mercato ha solide basi, ma ormai i giorni di tempo per imbastire tali manovre cominciano a scarseggiare e urge, da parte di tutti, un’accelerata importanti sui tempi di lavoro. Ma è soprattutto sulla fascia sinistra che la Juventus assomiglia ad un cantiere aperto: il modulo di Antonio Conte basa il proprio principio fondante sulla velocità e la tecnica dei giocatori di fascia, tanto che da mesi ormai la Juventus è alla caccia di giocatori che assommino in sè queste caratteristiche. L’interesse per Vargas (Fiorentina) sembra essere calato con il passare del tempo, soprattutto a causa dell’esosa richiesta economica del club viola, che ha dato al peruviano la valutazione di 20 milioni di euro. Prendono sempre più corpo invece i nomi di due giovani talenti – Elia dell’Amburgo e Perotti del Siviglia – che sembrano lanciati in un testa a testa vorticoso per indossare la maglia bianconera. Elia è seguito da almeno un anno e costa meno (10 milioni) di Perotti, ma piace anche meno ad Antonio Conte, che invece preferirebbe il laterale del Siviglia, su cui la concorrenza è più forte. Insomma, la Juventus è chiamata a fare una scelta decisa e decisiva: non c’è più il tempo per sondare i terreni, fare avances e poi ritrarsi: a 10 giorni dalla chiusura del mercato bisogna agire in fretta e in maniera decisa. A semplificare la scelta della Juventus potrebbe pensarci, casualmente, il Siviglia stesso, interessato al giocatore del Barcellona Afellay, giocatore che potrebbe essere considerato il sostituto ideale di Perotti. Se la Juventus offrisse al Siviglia proprio quei 12/13 milioni che il Barcellona chiede per Afellay, ecco che il sogno Perotti diventerebbe realtà molto in fretta.

Tutto si deciderà nell’arco di questa settimana. Antonio Conte è tornato a parlare di “sorrisi e scudetto”, dicendosi fiducioso per la stagione della Juventus che sarà. La squadra – nel precampionato – ha messo in luce buone cose e si è dimostrata all’altezza delle sfide che l’hanno vista impegnata. Adesso è arrivato però il momento di fare il definitivo salto di qualità. Anche sul mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori