CALCIOMERCATO/ Juventus, due portoghesi nel mirino

La Juventus ha messo nel mirino due calciatori portoghesi. Uno è Bruno Alves, che potrebbe essere la pista a sorpresa per la difesa, l’altro è Yannick Djalò, esterno dello Sporting.

05.08.2011 - La Redazione
antonio_conte_r400-1
Antonio Conte (foto Ansa)

La Juventus guarda in Portogallo per rinforzarsi. Due i nomi messi nel mirino: Bruno Alves, difensore centrale dello Zenit e della Nazionale lusitana, e Yannick Djalò, esterno sinistro dello Sporting Lisbona. Tuttosport ha parlato stamane dell’interesse per Alves, 29enne di grande esperienza internazionale, con ottimi trascorsi al Porto. Fisico statuario (190 cm per 85 kg), possiede un ottimo senso della posizione ed ha discrete qualità nell’avviare l’azione. Ha la fama, per la verità, di essere piuttosto falloso. Addirittura su Youtube si trovano dei video con le compilation dei suoi interventi più duri: “Sì, vero, su Internet si trovano le cose peggiori su di me – dice Alves – Però non sono mai stato così duro e non ho mai preso tanti cartellini gialli in un una stagione. Perché nessuno condivide su Internet qualche video in cui intervengo perfettamente? Questo è ingiusto, ma forse quei video li han messi i tifosi del Benfica che non mi hanno mai avuto in particolare simpatia…”, ha spiegato. Il portoghese è anche un elemento piuttosto eclettico, potendo giostrare, in qualche occasione, pure da terzino. Marotta spinge per averlo in prestito mentre lo Zenit propone uno scambio con Bonucci. L’eventualità è tutt’altro che da scartare. Restano comunque vive, in alternativa, le piste che portano a Alex, Lugano e Rolando. Quanto a Djalò, 24 anni, parliamo di un esterno con caratteristiche prettamente offensive, che può giocare a centrocampo sulla fascia sinistra nel 4-4-2, oppure come ala in un 4-3-3. Nell’amichevole di Toronto tra Juve e Sporting, è stato il migliore dei suoi, realizzando la doppietta decisiva. Il procuratore del guineese, naturalizzato portoghese, ha però smentito ogni contatto con la dirigenza bianconera: “Non ho ricevuto chiamate dalla Juventus – si legge su Calciomercatoweb – Non c’è stato alcun contatto formale e nessuna proposta. La Juventus ovviamente è una grandissima squadra però bisogna parlare prima con lo Sporting visto che ha ancora due anni di contratto ed è un giocatore molto importante per i portoghesi”. Djalò, ha spiegato l’agente, potrebbe anche partire ma dovrebbe prima arrivare un’offerta davvero conveniente sia per il suo club che per lui stesso. Pare che ci sarebbero stati sondaggi da squadre inglesi e spagnole

Ma, come per la Juve, non c’è ancora nulla di ufficiale. Marotta, se vorrà Djalò, dovrà partire presto all’assalto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori