CALCIOMERCATO/ Juventus, Spalletti vuole Nainggolan subito. Destro manda messaggi…

In Russia il calciomercato chiude il 24 febbraio. Lo Zenit ha messo nel mirino Nainggolan, centrocampista belga classe 88′ che piace molto alla Juventus. Il Cagliari però non vuole cederlo

17.02.2012 - La Redazione
Nainggolan
Radja Nainggolan: ultima partita con il Cagliari? (Infophoto)

In Russia il calciomercato chiude il 24 febbraio. I club russi vogliono acquistare i giocatori giusti per rinforzare la propria rosa. Lo Zenit di Spalletti ha prima blindato il tecnico toscano con un contratto fino al 2015 e dopo ha cercato di rinforzare la rosa con giocatori importanti. Prima è passato dall’Inter per acquistare Sneijder ma l’olandese ha risposto negativamente. Sneijder non vuole emigrare in Russia per questo ha detto no anche all’Anzhi che gli offriva un ingaggio importante e la possibilità di tornare a giocare con Samuel Eto’o. Lo Zenit ha spostato le proprie attenzioni su Mauro Zarate, altro giocatore dell’Inter in prestito dalla Lazio, che con Ranieri non sembra avere un buon rapporto. Ieri Claudio Ranieri lo ha elogiato definendolo un fenomeno ma lo ha anche etichettato come “anarchico”. Il problema è che Maurito in Russia non vuole andare, lo ha ribadito ieri suo fratello Sergio Zarate in esclusiva a Ilsussidiario.net. Zarate quindi ha detto no allo Zenit. Stesso discorso per Milos Krasic, esterno serbo della Juventus che di ritornare in Russia non ha proprio voglia. A questo punto lo Zenit non ha deciso di andare via dall’Italia perchè cercherà di convincere Massimo Cellino a lasciare subito Radja Nainggolan, centrocampista belga classe 88′ che a gennaio è stato a un passo dalla Juventus. Il presidente del Cagliari Cellino non vuole cedere subito il giocatore che piace molto alla Juventus. I bianconeri a gennaio hanno tentato in tutti i modi di convincere i dirigenti sardi a lasciar partire il giocatore ma Cellino è stato inflessibile. La Juventus spera che il presidente del Cagliari possa tenere duro anche in questo momento. A giugno però è già pronta un’asta importante per il giocatore belga. Intanto da Siena il giovane attaccante Mattia Destro rivela il suo passato da tifoso della Juventus: “Da piccolo ero tifoso della Juventus e adoravo la squadra di Del Piero, Zidane, Conte e Trezeguet – ha dichiarato Destro a Tuttosport – ma a 14 anni avevo già la maglia dell’Inter addosso”. I suoi trascorsi nelle giovanili dell’Inter lo hanno reso un talento importante. A fine stagione potrebbe anche andare via, la Juventus lo vuole ma anche i nerazzurri. Destro svela il suo idolo: “Ibrahimovic, è stato bello poter giocare con lui nella tournée americana con l’Inter”.

Ma Destro apprezza anche un attaccante della Juventus: “Mi piace molto Borriello sia per il suo modo di giocare molto fisico che per i suoi gol”. Destro dunque non avrebbe nessun problema a indossare la maglia bianconera.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori